Una favola a caso per Natale

124500

Una favola a caso par Natale

Ho scelto un racconto di Natale a caso, tra i miei preferiti: una storia che ci accompagnerà in un mondo incantato, al limite tra realtà e sogno, dove tutto è possibile.

È la vigilia di Natale, in casa della protagonista si tiene una magnifica festa e lei riceve tantissimi doni e resta colpita da uno in particolare, uno Schiaccianoci… allo scoccare della mezzanotte i giocattoli prendono vita e inizia il fantastico viaggio…

Lo Schiaccianoci di Ernst T. A.  Hoffmann, una fiaba da leggere, ascoltare, danzare.

La protagonista, durante il suo viaggio, lascia l’infanzia con le sue paure, per affrontare con animo fatato le sfide della vita; ne è un esempio il combattimento che affronta con l’esercito dei topi per salvare lo Schiaccianoci.

Ma come già detto, questa fiaba e famosa anche per il suo adattamento nell’ambito della danza: il balletto non e solo per i bambini, ma anche per gli amanti del teatro.

Quindi può essere un’occasione di lettura in famiglia ed una esorbitante rappresentazione teatrale, con varie trame danzanti a cui assistere.

Condivido con voi una versione in rime nella mia rivisitazione che vede come protagonisti Fumina e Svelto.

Fumina, Svelto e lo Schiaccianoci

E’ la vigilia di Natale e nella stanza più grande

Fumina e Svelto hanno addobbato un albero gigante.

Ultimi ritocchi e anche loro saranno pronti:

gli ospiti in arrivo sono proprio molti.

Ogni invitato ha portato loro un dono

ma il costruttore di giocattoli ha suscitato un coro.

Ha portato una creazione grande: un castello!

Al suo interno: carillon, soldatini, ballerine: niente di più bello.

Tra tutti, Fumina, da uno in particolare e attratta:

uno Schiaccianoci in legno uguale a Svelto: la scelta e fatta.

Fumina apre le danze poiché adora ballare,

ma con sè ha sempre il soldatino che con lei fa piroettare.

È stato subito il suo dono preferito

e per tutta la serata lo ha rapito.

Ormai e ora di congedarsi

e tutti gli invitati salutano per avviarsi.

Fumina e Svelto sono contenti

e si preparano per sogni avvincenti.

Un saluto di cuore e ricordate: al limite tra realtà e sogno tutto è possibile.

Simona Trunzo

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente

https://screpmagazine.com/fiabe-per-il-menu-di-natale-di-simona-trunzo/

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here