Mary Cassatt (parte seconda)

122790

Clicca il link seguente per leggere la parte prima:

Mary Cassat (parte prima)

MARY CASSATT (parte seconda)

“Due donne sedute presso un ruscello”

Olio su tela 24 × 33 cm

Collezione privata

I soggetti di Mary Cassat, come “Due donne sedute presso un ruscello”, esprimono l’emotività del momento.

Un suo modo di vedere, un continuo colloquio con se stessa e con noi attenti osservatori.

Quelle due figure inserite da Cassat in un giardino di fantasia rappresentano la struggente bellezza che si consuma, ma che rimane nell’eternità della natura.

Tale padronanza, raggiunta in studio o in “plein air”, è uno dei tanti passaggi pittorici nella sua lunga carriera artistica.

“DUE DONNE SEDUTE PRESSO UN RUSCELLO”

In questa piccola tela, del 1869, vengono rappresentate due donne sedute ai piedi di un ruscello, che è circondato da una vegetazione rigogliosa e lussureggiante.

La composizione dà un’idea di serenità e di armonia, resa mediante l’uso di colori molto intensi, come il verde e il giallo-ocra per la vegetazione e il marrone per la colorazione dei tronchi degli alberi in primo piano, che sembrano giocare in un prato incolto.

Il riflesso della luce riprodotta dal ruscello è resa mediante l’uso del bianco, il quale viene a sua volta utilizzato anche per i colori degli abiti delle due donne.

Altri colori che vengono impiegati sono il rosso dell’abito di una delle due donne e il castano per i capelli della figura a destra. Infine, il giallo, per la colorazione dei capelli dell’altra donna.

Cassatt adotta il tocco “impressionista”: pennellate veloci cariche di materia e ben visibili che riempiono la tela di striature. E soprattutto usa i fondi, da cui spiccano i due personaggi (creati in studio).

CONCLUDENDO:

Profondo e prospettico è il paesaggio della pittrice, con gli intensi colori nelle sue sfumature di verdi sponde e di acque schiumose che scorrono nella pianura.

Mary Cassatt è ammirevole: mette a fuoco la lente della propria personalità su quegli istanti nei quali la poesia le è amica.

Un rapporto lirico, una forza di esprimersi e narrare che si ispira alla quiete della natura, in uno specchiarsi di luci che si ampliano in un complesso di intima e gioiosa freschezza.

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here