Halloween=Horror: i Film “da Paura”

250836

Siete pronti per la notte più terrificante dell’anno? Per festeggiare Halloween in famiglia (attenzione ai più piccoli),  niente di meglio che una maratona di film horror, da gustare seduti comodamente sul divano, popcorn o pizza e tanta “sana suspense”.

Cominciamo con un classico del genere:

Halloween

Michael, sei anni, uccide la sorella. Viene internato in una clinica psichiatrica, ma dopo quindici anni fugge per recarsi al suo paesello: è il 31 ottobre, notte in cui si esorcizzano le streghe, secondo l’antica tradizione americana. Grazie a questa concomitanza, Michael può uccidere indisturbato altre persone. Per fortuna un medico arriverà in tempo a fermare il giovane folle. Un film che ha segnato un’epoca nella storia del cinema, e aperto un filone, un genere.  Un horror che spaventa e avvince.

L’esorcista di William Friedkin

La dodicenne Regan MacNeil, figlia della nota attrice Chris, comincia a dare insoliti segni di squilibrio: dalla sua camera provengono violenti rumori, diventa isterica ed è assillata da sogni terrificanti. Oltre a ciò, un regista amico di famiglia viene trovato morto dopo essere stato da solo con lei. I medici che l’hanno in cura si dichiarano impotenti di fronte alle stranissime manifestazioni di Regan, arrivando a ipotizzare che la ragazza sia “posseduta” da forze esterne. Di ciò si convince anche la madre, che chiama un sacerdote a visitarla: ma quando il religioso rimane vittima del Maligno che alberga nel corpo di Regan, si deve far ricorso a un vero esorcista, che ingaggia un’epica notte di battaglia col demonio. Il capolavoro dell’horror.

Il presagio

Un uomo e una donna scoprono che il figlio è l’anticristo. Un grande Gregory Peck per un cult terrificante.

Poltergeist di Tobe Hooper

Prodotto da Steven Spielberg, Poltergeist mantiene ancora intatto il suo fascino. La trama è semplice ( un residence costruito su un vecchio cimitero) ma nonostante gli effetti speciali non “digitalizzati” la pellicola rende perfettamente la suspense visiva. Memorabile la scena della bambina risucchiata dalla tv. Ottima la colonna sonora.

Shining di Stanley Kubrick

A proposito di quarantena….Cosa potrebbe accadere se un uomo impazzisse in un hotel sperduto in mezzo alle montagne? E se il figlio possedesse poteri sovranaturali? Tra fantasmi e rimembranze vere o presunte, un cult straordinario senza tempo. Jack Nicholson “da brividi”.

Venerdi 13 di Sean Cunningham

Eccolo lì il simbolo della festa di Halloween in un certo senso. Quel Jason dal volto mascherato da giocatore di Hockey, scappato anche lui da un manicomio e assassino di vari ragazzi in gita al lago.

Musica terrificante e sinuosa.

Bird Box di Suzanne Bier

Visualizza immagine di origineIl film distopico del 2018 con Sandra Bullock ha qualcosa di inquietante e attuale. Alieni e virus che infettano gli umani col potere della vista. Si salverà solo chi terrà gli occhi ben coperti.

Dracula di Bram Stocker.

Gary Oldman è grandioso nel film di Coppola sul vampiro più famoso della storia. Atmosfere gotiche dark per un vero cult tratto dal romanzo di Bram Stoker. Tra riti e profezie e notti angoscianti fra tombe oscure l’atmosfera halloweeniana è garantita.

World war z

Visualizza immagine di origine

Brad Pitt che si difende dagli zombie non può mancare nella notte più horror dell’anno. In questo film lo vediamo principe azzurro della su perfetta famiglia combattere in mezzo a zombie cattivissimi e davvero impressionanti, frutto di un virus modoficato che ha ridotto l’umanità allo stato di morti viventi. Il mondo è in caos e occorrerà tutto il coraggio di Achille/Brad per riportare la serenità sulla terra.

La casa di Sam Raimi

Chiudiamo con un classico dell’horror: la casa e tutto quello che rappresenta nell’immaginario collettivo. Due ragazzi e tre ragazze sono in un cottage sperduto tra i boschi del Michigan. In cantina trovano un libro e un magnetofono, appartenuti a un archeologo esperto in cabala sumerica. Inavvertitamente fanno partire il nastro; la voce dell’archeologo pronuncia la formula magica e la casa si popola di demoni risvegliati da un sonno millenario. Ce n’è per tutti; per prime le tre ragazze, naturalmente, ma poi anche i loro amici che non trovano scampo dalle forze del male. Fatto in casa con pochi soldi e un gusto appassionato del cinema, il film che ha rivelato il genio bizzarro di Raimi e ha costituito il primo episodio di una fortunata serie sviluppatasi tra horror e parodia.

Previous articleIl mio rossetto è rosso
Next articleIl dolore nel silenzio
Sono Sandra Orlando, mamma di Anna e Andrea, laureata in Lingue e insegnante. Faccio parte dell'Associazione Accademia e collaboro come Editor a SCREPmagazine. Dal 2020 Sono redattrice ed Editor nella redazione della rivista di Cinema Taxidrivers per cui ho ricoperto il ruolo di Programmatrice e Head of editorial Contents . Amo la letteratura, il cinema, la musica ed in genere tutto ciò che di artistico “sa dirmi qualcosa”. Mi incuriosisce l'estro dell'inconsueto e il sorriso genuino dell'umiltà intelligente.  Scrivere fa parte di me. 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here