Giuseppe De Nittis (seconda e ultima parte)

125037

Clicca per leggere la prima parte:

Giuseppe De Nittis (parte prima)

GIUSEPPE DE NITTIS ( seconda e ultima parte)

“Nel grano”

Olio su tela, cm 33 x 25.

Collezione privata

Una inquadratura perfetta è immersa in un’atmosfera resa suggestiva.

Da questa scena cromatica, De Nittis si identifica come pittore ricco di istinto, con un insieme di sensazioni e di un amore sempre a favore della natura.

L’artista usa un linguaggio diretto e subito leggibile, uno stile proprio in cui i personaggi vivono nella gioia della luce e del colore.

La sua pittura segue due strade: la prima si avvale di una interpretazione dal vero, in “plein air”, intrisa di romanticismo, la seconda tende all’estrema essenzialità delle forme e dei piani di colore.

“NEL GRANO”

Tra le spighe di grano e papaveri rossi carminio, due signore dell’alta borghesia passeggiano in un campo di grano riparandosi dal sole cocente con un ombrellino.

Oltre alla bravura nel rappresentare il ricercato abbigliamento delle due donne e il loro incedere tranquillo, la fantasia del pittore si sbizzarrisce nel rendere ogni spiga di grano smagliante.

L’atmosfera, che si respira in questa opera, è impregnata da un acuto senso di osservazione e da una spiccata tendenza a valorizzare ogni più piccolo particolare.

Anche nella dolcezza del cielo azzurro e nel leggero vento estivo, il pittore toscano ci rimanda a una visione serena della vita, colta nei suoi elementi più semplici.

PER FINIRE:

De Nittis, come dicevo prima, dipinge in modo solare ciò che ama, con lo scopo preciso di identificarsi in ciò che crea.

Si serve di schemi compositivi ben proporzionati che permettono una visione priva di complicazioni stilistiche ma che sottolineano una profonda spiritualità.

Quelle due donne inserite nel capolavoro, rappresentano la struggente bellezza che non si consuma, e che rimane per sempre nella eternità della natura.

Bruno Vergani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here