Federico Zandomeneghi (parte sesta)

199474

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

Federico Zandomeneghi (parte sesta)

“Il tè”

Pastello su carta 48 x 59 cm.

Collezione Sacerdoti – Ferrario, Milano

Molte opere di Zandomeneghi, come dicevo nelle parti precedenti, hanno come tema l’emancipazione della donna che viene osservata in tutte le attività della vita quotidiana.

Le donne di Zandomeneghi, divenuto l’interprete della nuova sensibilità femminile all’interno del movimento impressionista, siano esse adolescenti o dame più mature sono sempre ritratte attraverso una lente di soffusa e pacata dolcezza.

Il pittore inoltre, come in questo caso, cattura il rito del tè come occasione di incontro sociale per le signore della Parigi bene.

”Il tè”

Le due figure centrali, vestite elegantemente secondo lo stile di Zandomeneghi, sono sedute intorno a un tavolino.

Sullo sfondo c’è una terza donna dipinta con toni sfumati di rosa pastello. È davanti a uno specchio e si sta rifacendo il trucco prima di unirsi alle amiche nel salotto.

La ricercatezza dei particolari è palese.

Zandomeneghi crea in questo dipinto il momento delle confidenze, dei discorsi al femminile, per parlare degli ultimi avvenimenti, di pettegolezzi o di moda.

Da notare, eccezion fatta per lo scorcio centrale dominato da colori tenui personalizzati, il contrasto cromatico.

È reso vibrante nei toni degli azzurri, del giallo del vestito della figura sulla nostra destra e nella lucentezza della pelle della donna a sinistra.

CONCLUDENDO:

Una curiosità: il “tè” è paragonabile, per il soggetto rappresentato, a un’altra opera di Zandomeneghi:
“La tazza di tè” (nella foto).

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here