Che si mangia oggi? Una parmigiana di riso

207445

La melanzana è un ortaggio tipicamente estivo, infatti, al di sotto dei 12°, la pianta smette di crescere.

È un ortaggio che non può essere consumato crudo.

Oltre ad avere un gusto non proprio gradevole infatti, contiene una sostanza tossica il cui nome è solanina.

Ma, con la melanzana si cucinano alcuni dei piatti più squisiti della nostra cucina, dalla parmigiana alla caponata, alla pasta alla norma.

Ma anche in nel resto d’Europa sanno come servirla, basta pensare al moussaka greco, le cotolette alla provenzale in Francia o le berenjenas spagnole.

Fino al VII° secolo non si conosceva nel nostro continente, dove la portarono gli Arabi quando conquistarono la penisola iberica.

Ma c’è chi sostiene che in Cina si coltivasse da prima di Cristo.

All’inizio della sua storia in Occidente la melanzana non gode di ottima fama: gli arabi la chiamano al badinjian, qualcosa che somiglia a “uovo del diavolo”.

In Spagna alcuni pensano che causi malattie come isteria, epilessia, tisi e cancro.

Altri sostengono che peggiori l’umore dell’uomo o addirittura porti a cambiare il colore del viso rendendolo più scuro.

Durante il Medioevo la si coltiva nell’Europa meridionale, ma la mangiano soprattuto gli Arabi e gli Ebrei , che infatti sono i primi a specializzarsi nei piatti a base di melanzane.

Tra le tante ricette con le melanzane oggi parleremo della Parmigiana di riso.

Una parmigiana nuova, buonissima e piena di sapore. Ma soprattutto cremosissima e semplice da fare. Non è la solita parmigiana. Anzi, è anche più buona e piena di sapore.

Andiamo a scoprire come si prepara e quali sono gli ingredienti di questo piatto eccezionale che piacerà sicuramente a tutti.

Ingredienti della parmigiana di riso:

300 g riso
200 g scamorza
2 melanzana (grandi)
q.b.sale
60 g Parmigiano Reggiano DOP
300 ml passata di pomodoro
2 cucchiai olio di oliva
4 foglie basilico
1 l brodo vegetale
1 scalogno
1spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva q. b.

Preparazione

Laviamo bene le melanzane e le asciughiamo. Tagliamole a fette di circa mezzo centimetro. Le facciamo spurgare nel classico modo. Mettiamole in un colapasta e cospargiamole di sale grosso.

Dopo circa 20 minuti giriamole e facciamo la stessa cosa (un altro metodo se c’è sole è quello di metterle su un panno e poi cospargerle di sale, si asciugheranno meglio).

Fatto questo laviamole e poi asciughiamole con panno carta. Friggiamole in olio caldo.

Non deve essere proprio bollente dato che non dovranno essere croccanti. Possiamo anche friggere una melanzana a tocchetti che poi andrà nel riso.

Ora pensiamo al sugo. Scaldiamo in una pentolina dell’olio e aggiungiamo giusto un po’ di scalogno o cipolla e un po’ di aglio (che andrà tolto).

Ora versiamo il riso e facciamolo tostare a secco. Fatto questo aggiungiamo la passata di pomodoro e un bicchiere di acqua e facciamo cuocere bene.

Saliamo e a fine cottura mettiamo qualche pezzo di melanzana fritta a tocchetti nel riso insieme ad un po’ di basilico.

Ora prendiamo un ruoto a stampo e foderiamolo con carta forno. Facciamo uno strato di melanzane e poi versiamo il riso all’interno.

Quindi mettiamo la scamorza tagliata a dadini. Copriamo con altro riso e poi uno strato di melanzane. Infornate a 200° forno preriscaldato statico per 35 minuti e…

BUON APPETITO!

Angela Amendola 

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here