Pablo Picasso (tredicesima e ultima parte)

191688

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

Pablo Picasso (tredicesima e ultima parte)

“Il sogno”

Olio su tela 130 x 97 cm

“Il sogno” è un’opera di grande interesse che vede protagonista la moglie del celebre pittore spagnolo, Marie-Thérèse Walter, ma in una veste diversa dalle rappresentazioni effettuate in passato secondo i precetti della scuola cubista.

“Il sogno” appartiene al periodo delle rappresentazioni distorte di Picasso, con i suoi contorni semplificati e colori contrastanti che ricordano il primo cubismo.

Il ritratto di Pablo Picasso fa parte quindi di una serie di dipinti realizzati dal pittore spagnolo che vede protagoniste delle donne che dormono, e questo e’ senza dubbio il più conosciuto e popolare tra il pubblico

“IL SOGNO”

“Il sogno” raffigura un soggetto femminile addormentato con le braccia piegate e la testa inclinata da un lato.

Il senso di morbidezza, rievocato dalle fattezze tondeggianti della donna, è accentuato dalle linee curve della poltrona sulla quale è seduta.

Il giallo e il rosso si alternano a destra e a sinistra nella collana e nelle linee di contorno sul corpo della donna, creando un certo equilibrio armonico.

Come quasi tutte le opere di Picasso il volto appare contemporaneamente di profilo e frontale perché gli espedienti “scompositivi del cubismo” fanno sì che il viso sia visibile su più lati.

Nel guardare attentamente la parte superiore del viso si nota inoltre l’espressione e il rapporto intimo con Marie-Thérèse Walter.

Probabilmente ispirato anche alla pittura fauves di Henri Matisse I colori sono accesi e quasi tutti primari, posti a contrasto secondo l’uso del fauvismo, e distribuiti in sezioni omogenee.

CONCLUDENDO:

“Il sogno” Picasso è stato realizzato nel 1932.

Dopo essere appartenuta alla collezione privata Ganz di New York, l’opera si trova oggi nella collezione privata dell’americano Cohen, che la acquistò nel 2013 per circa 155 milioni di dollari.

Si tratta di una delle opere d’arte più costose di sempre.

Bruno Vergani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here