Cactaceae

0
146010

Amo la natura, chi mi legge ormai lo sa.

Mi piace tutto ciò che è colorato, che dona armonia, che sa di vita. E ciò che amo particolarmente e che mi appassiona sono i cactus.

Il cactus è una pianta grassa, non ha bisogno di grandi cure, solo di luoghi caldi e luminosi e con il giusto grado di umidità.

Può vivere per molti anni se trattato con amore, rendendo rilassante qualsiasi ambiente.

Ci sono circa 3000 specie di piante grasse, divise in altre centinaia di generi e fanno parte tutte della famiglia delle Cactaceae.

Sono piante secolari, originarie delle zone desertiche dell’Africa e America.

Ad oggi sono presenti in tutto il mondo, e hanno lo scopo di decorare l’ambiente o, raramente, vengono utilizzate come piante da raccolto.

Presentano un fusto con una funzione fotosintetica e di riserva d’acqua.

Spesso sono ricoperti da foglie spinose più o meno grandi e appuntite o presentano una fitta lanugine bianca.

Coltivare un cactus all’aperto è l’ideale, specie in Sud Italia, in quanto, grazie al clima mite, può resistere anche ai lunghi inverni.

Se il posto in cui si desidera piantarlo è un luogo freddo, è preferibile utilizzare un vaso di terracotta, per poterlo sistemare in una serra o in un appartamento nei mesi più freddi (generalmente da ottobre ad aprile).

A prescindere dal luogo, il cactus dovrà essere posizionato in modo da avere abbastanza luce e in zone ben areate.

Il terreno dovrà essere adatto per piante grasse, composto da un mix di sabbia e torba, un terreno leggero e molto drenante, in quanto il cactus teme eccessi o ristagni di acqua.

Proprio per questo motivo, le irrigazioni dovranno essere limitate, circa ogni due settimane durante la stagione calda, solo quando il terreno sarà asciutto. In caso di un cactus di piccole dimensioni, può essere anche inumidito con uno spruzzino.

Durante la stagione invernale, invece, basta donargli l’acqua una volta al mese.

Per favorire la crescita del cactus in vaso, è bene rinvasarlo ogni anno in primavera, scegliendo un contenitore un po’ più grande. Nuove piante cresciute alla base possono essere separate e collocate in vasi diversi.

Ogni operazione dovrà essere eseguita con l’utilizzo di guanti e con molta delicatezza, per evitare di danneggiare fusti e spine.

Se il cactus verrà coltivato in appartamento, bisogna seguire delle norme ben precise.

Avrà bisogno di un ambiente luminoso; durante l’inverno è importante tenerlo lontano da fonti di calore quali caloriferi, stufe, camini, mentre in estate è meglio spostarlo in luoghi esterni, quali terrazzo o il davanzale di una finestra, soprattutto se all’interno dell’appartamento si utilizzano impianti di raffreddamento.

Le concimazioni dovranno essere effettuate durante il periodo estivo, il rinvaso in primavera per poter dare alla pianta il giusto spazio per crescere.

La fioritura avviene intorno al terzo anno di vita.

Giulia Trio

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here