Cari amici  e amiche appassionati della filosofia e dei suoi dintorni, puntuale arriva l’appuntamento settimanale con “Anticorpi Culturali“. Inizia una “serie di puntate” dedicate alla filosofia italiana nel XIX secolo, periodo poco conosciuto dal punto di vista filosofico.

Se è vero che la cultura filosofica italiana appare “provinciale” rispetto a quello che accade nell’Europa Continentale, in particolare in Germania (Kant e poi l’idealismo di Fichte, Schelling ed Hegel), è altrettanto vero che i nostri maggiori pensatori del periodo sono da annoverare tra i patrioti che hanno contribuito al Risorgimento ed il loro pensiero è una testimonianza preziosa di quel periodo che non possiamo dimenticare.

Il primo autore affrontato è Giandomenico Romagnosi, che sarà il maestro di Carlo Cattaneo e che elabora in modo originale la concezione illuministica di un sapere pratico ed utile (anche sulla scorta della riflessione vichiana del verum ipsum factum).

Trovate il video al link:

69_Giandomenico_Romagnosi (Anticorpi culturali)

Sapere aude!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui