André Derain (parte seconda)

152023

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

André Derain (seconda e ultima parte)

“Madame Matisse in kimono”

Olio su tela 80.5 x 65 cm.

Collezione privata

André Derain e Henri Matisse oltre che colleghi erano anche grandi amici.

Nell’estate del 1905, che segnò il clamoroso successo dei Fauves, col suo effetto dirompente nell’era artistica parigina, trascorsero insieme la villeggiatura a Collioure, nella Francia meridionale.

Quello fu un periodo decisivo per l’evoluzione della loro arte perché passavano molto tempo a dipingere insieme e a sperimentare nuovi effetti pittorici.

Con loro c’erano anche la figlia di Matisse, Margherite e la moglie Amélie.

Ed è proprio quest’ultima che Derain la immortala in un ritratto intitolato “Madame Matisse in kimono”.

“MADAME MATISSE IN KIMONO”

Derain fa di questa mise japonaise il protagonista assoluto del quadro.

Il kimono era un indumento molto caro alla moglie di Matisse, che infatti lo portava spessissimo sia tra le mura domestiche sia all’aria aperta.

Amélie è ritratta elegante nel suo kimono bianco che, ricamato con arabeschi blu cade leggero e drappeggiato ai suoi piedi disegnando il corpo della donna.

Siede pensierosa vicino ad un tavolino al quale con un gomito si appoggia, mentre con l’altra mano tiene un ventaglio rosso.

Lo sfondo quasi astratto, composto da macchie di colore verde e rosso, esalta la presenza della donna in primo piano.

Gli stessi colori verranno ripresi nello sfondo di La Raie Verte (nella foto

il famosissimo quadro che Matisse dipinse nel settembre dello stesso anno, ritraendo la moglie.

CONCLUDENDO:

In questo capolavoro Derain dimostra una grande padronanza del mezzo pittorico e riserva al colore un trattamento sofisticato e del tutto personale.

Il dipinto è stato battuto non molti anni fa all’asta da Christie’s a New York nella serata dedicata ai capolavori degli Impressionisti e all’arte moderna.

L’opera, che è la più importante di Derain mai apparsa all’asta, fu stimata tra i 15-20 milioni di dollari.

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here