William Meritt Chase (parte terza)

145163

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

William Meritt Chase (parte terza)

“Miss Dora Wheeler”

Olio su tela, 1883

Cleveland Museum of Art

Un classico ricorrente nella pittura ritrattistica di Chase è quello delle donne.

Si tratta di donne però, come Dora Wheeler Keith, dedite ad attività artistiche e culturali.

Nata a Nestledown, in Giamaica, in una casa di campagna, Dora Wheeler Keith era una famosa pittrice ritrattista, illustratrice di libri e disegnava arazzi.

Sua madre, Candace Wheeler, era una imprenditrice ed esperta di tessuti decorativi e interni.

Madre e figlia erano inseparabili in attività artistiche e hanno vissuto insieme la maggior parte della loro vita, anche dopo il matrimonio di Dora con il ricchissimo avvocato Boudinot Keith.

Suo padre Thomas Mason Wheeler era invece un uomo d’affari, ma sosteneva finanziariamente sua moglie e sua figlia nelle loro aspirazioni.

La famiglia Wheeler intraprese un lungo soggiorno europeo subito dopo la Guerra civile americana, e durante questo periodo Dora fu iscritta in un collegio a Wiesbaden in Svizzera.

Quando nel 1890 sposò Boudinot Keith, Dora si era già affermata come giovane artista con una serie d’illustrazioni di libri e ritratti di autori famosi.

Ebbero due figli, Eliseo (ucciso nella Prima guerra mondiale) e una figlia Louis.

Da giovane, per vari anni, Dora Wheeler era stata una allieva di Merritt Chase ed è rimasta amica intima per tutta la vita.

Per molto tempo lavorarono periodicamente insieme collaborando a una serie di opere pittoriche importanti.

Il primo grande progetto pubblico di Dora Wheeler fu un grande murale dipinto su tela e montato all’Esposizione colombiana mondiale a Chicago nel 1893.

Il New York Times scrisse a proposito del murale: “era un tempo in cui nessuna donna avrebbe mai sognato di intraprendere un pezzo di pittura murale elaborata. Eppure una donna di New York, la signora Dora Wheeler Keith ha ottenuto risultati in questo campo che devono stupire anche il credente più entusiasta nelle capacità delle donne”.

Eletta anni dopo presidente della National Academy of Design, Dora Wheeler morì nel dicembre 1940.

“MISS DORA WHEELER”

Lo studio di Chase, nella 23esima Stada a New York, era diventato un popolare appuntamento per artisti, scrittori e luminari della New York contemporanea.

Qui Chase ha dipinto anche il ritratto-capolavoro di Dora, su uno sfondo scintillante giallo-dorato, degno di Klimt e Van Gogh.

La giovane donna è seduta su una sedia, in una posa riservata ai ritratti delle dame dell’alta società.

Vestita con un tessuto blu riccamente drappeggiato, dalla foggia classica allora in voga, stretta in vita da una larga cintura dello stesso colore che tocca il pavimento.

Lo sfondo è spoglio, la presenza di accessori ridotta al minimo, come molti ritratti di Chase per risaltarne la figura.

Lo sguardo è quello di una donna straordinariamente piena di talento, dal carattere forte, coraggioso e determinato.

Il dipinto era inteso come un pezzo da esposizione per la stagione artistica europea del 1883 e ricevette una medaglia d’oro a Monaco di Baviera.

CONCLUDENDO:

Chase è considerato, insieme a John Singer Sargent e Whistler, uno dei più importanti artisti nordamericani.

Artista versatile, ha saputo trasformare le pennellate in paesaggi, scene di genere, nature morte ma soprattutto ritratti .

Le figure di giovani donne borghesi, protagoniste dei suoi quadri, sembrano accettare la presenza di uno sguardo altrui posato sulla loro vita privata e si dimostrano fiere davanti allo spettatore.

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here