Viaggi in rima con Fumìna

126335

Viaggi in rima con Fumìna

C’è chi viaggia per perdersi e chi per trovarsi, chi per scoprire e chi per nascondersi.

Ma per i più piccoli quale viaggio migliore di quello di una lettura fantastica!
Percorre un racconto può rappresentare il cammino nell’esplorazione di emozioni, nell’approfondire relazioni, scontri e confronti, prove in tutte le sue sfaccettature.
Viaggiare è crescita, scoperta, sperimentazione: leggere un racconto ad un bambino ci deve rendere consapevoli che guidiamo chi ascolta in un’avventura che sarà vista tramite la nostra voce.
Per vivere questo dono travolgente dobbiamo essere pronti anche noi a viaggiare con la fantasia, le nostre difficoltà quotidiane non devono bloccare il flusso dei pensieri e dei desideri.
Non bisogna arrendersi, perché la sete di curiosità e scoperta non deve spegnersi.
È fondamentale quindi, allenare la nostra mente e nutrirla di cose di cose belle.
Nel viaggio di oggi la protagonista è Fumìna, che mossa dalla sua curiosità e dalla passione per gli animali ci guiderà in viaggio per vari paesi del mondo: America, India, Giappone, Africa e non solo, dove incontrerà tanti animali di varie tipologie.
Questa narrazione, adatta ai più piccoli e non solo, è un mezzo per stimolare all’apprendimento, al rispetto dell’ambiente in tutto il suo essere, in modo semplice e divertente, grazie al ritmo delle rime ed alle illustrazioni.
Da Fumìna in Africa:

“Ècco sòn prónte pér il nuòvo cammìno
è arrivato da lóro l’elefantino.
È un campióne éd è elegante
é si muòve cón lé sue zanne bianche.
Lènto è dondolando, muòve orécchie è il suo nasóne
la probòscide ti avvòlge cón un abbraccione.
Óra siamo già a mežžogiórno
éd ècco còsa si véde sulla via dél ritórno.
Un animale ché sémbra una bandièra
dai colóri biànco néra.
Sémbra quaši un cavallo, invece è una žèbra
Ché galòppa spensierata éd allégra.
Da Fumìna in India:
“Proseguiamo é chi incontriamo?
La tigre dél Bengala: “Ché si fa? Scappiamo!”
Color arancióne cón strisce nére
La sua pelliccia ha linee fière.
Nón ti fare ingannare anche sé è un felino
nón ha niènte del gattino.
È elegante è maestósa
nélle movènze è armoniósa.
Méntre all’oppósto la tigre si avvia
pér nói è mèglio andare via.”
È arrivato il momento di congedarsi e salutarsi.
I viaggi cominciano sempre da dentro. Non c’è luogo abbastanza lontano se non siamo pronti ad affrontare la nostra realtà.

Simona Trunzo

Parole in armonia

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here