Verde speranza

137547

Siamo ormai abituati ad essere circondati da contesti artificiali, caotici; ci imbattiamo in situazioni di stress e viviamo la vita in modo frenetico.

La tecnologia e la globalizzazione non aiutano l’essere umano a vivere in uno stato di benessere psicofisico e il contatto con la natura è praticamente una cosa impossibile.

Molti studi scientifici hanno dimostrato l’importanza della natura nella vita quotidiana dell’uomo, trascorrere il proprio tempo in uno spazio verde per raggiungere il benessere del corpo e della mente.

Vivere in mezzo al verde aiuta ad allontanarsi da problemi, come la depressione, aiutati dall’attività fisica.

La scelta di andare a vivere in posti naturali è in forte crescita.

Ciò che la gente cerca nei week end, quando ha la possibilità di staccare dalla routine lavorativa, sono passeggiate in campagna, pranzi in agriturismi soprattutto con l’arrivo delle belle giornate, e viaggi alla scoperta di posti magnifici.

Fare questa scelta di vita ha sia dei vantaggi che degli svantaggi.

Vantaggi:

  • Costo della vita più basso rispetto alle città;
  • Relazioni sociali più strette;
  • Alimentazione più sana;
  • Sensazione di serenità mentale e fisica;
  • Lavoro cooperativo negli ambienti rurali;
  • Aiuta a ripopolare luoghi vissuti da persone anziane.

Svantaggi:

  • Minore accesso a diversi servizi, come la connessione internet;
  • Continui spostamenti in città per svolgere pratiche amministrative;
  • Assistenza medica più difficile rispetto alla città;
  • Offerte di lavoro e di svago limitate.

Uno tra gli svantaggi più pesanti del vivere in mezzo alla natura, ad oggi e sopratutto per i giovani, è la mancanza di connessione ad internet.

Ma, nonostante non tutti possano vederci qualcosa di positivo, in realtà questo handicap è un’ottima occasione a livello di comunicazione interpersonale con i membri della comunità.

Tutto questo fa si che non ci sia una sensazione di isolamento e solitudine e non crea disturbi emotivi.

Altro aspetto positivo lo si ha per gli anziani, i quali, vedendo popolarsi la loro zona di gioventù possono trarne un significativo ringiovanimento dell’ambiente, si sentiranno meno soli e sapranno di poter contare sull’aiuto di qualcuno nel momento del bisogno.

Gli ambienti naturali sono positivi anche nella crescita dei bambini, i quali hanno maggiore libertà di movimento e spazio e si ricorre sicuramente a meno situazioni di pericolo che una città può portare.

Una coppia, composta da Marco e Lisa, ha deciso di cambiare radicalmente la loro vita, hanno deciso di trasferirsi in mezzo alla natura vivendo senza soldi e andando avanti solo con quello che la natura può offrirgli.

Hanno deciso di acquistare un terreno di circa 3 ettari con una casetta di legno.

Hanno dato vita ad un piccolo villaggio chiamato Arcadia (nei pressi di Casciana Terme), un villaggio ecologico, dove riescono a vivere con quello che producono.

Applicano i principi dell’economia di sussistenza iniziando dalla produzione autonoma di cibo.

Potreste chiedervi: “come fanno con l’energia elettrica?”…

La coppia ha installato un piccolo impianto fotovoltaico per far funziona pc, cellulare e poter avere un po’ di luce e godersi la lettura di un buon libro; per loro la corrente elettrica a ciclo continuo non è essenziale per poter vivere meglio.

Lo Shinrin-yoku è un metodo della medicina naturale giapponese che sostiene un aumento della funzione immunitaria e benefici per la salute se si trascorre del tempo in natura abbracciando anche gli alberi.

Bizzarra teoria, mai provata…

La storia di Marco e Lisa, la certezza di vivere in modo sano in mezzo al verde, può sembrare complicato, quasi assurdo, ma in realtà non è altro che un’idea per cambiare una vita fatta solo di pensieri negativi e una vita stressante di città.

A chi non è mai venuto in mente di mollare tutto e isolarsi dal mondo in qualche posto che profuma di libertà?

Giulia Trio

Clicca qui sotto se vuoi leggere il mio articolo precedente:

Vivere in movimento!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here