Un mondo da proteggere

140646

Nel corso della sua millenaria storia l’uomo non ha fatto che sfruttare tutto ciò che lo circondava per nutrirsi, trovare riparo, vestirsi e riprodurre un ambiente a lui idoneo.

Ha sempre trovato intorno a lui ciò di cui aveva bisogno per iniziare le sue prime attività e ha iniziato a modificare anche questo ambiente.

Si pensi già all’Impero Romano: abbattute tantissime foreste intorno al mediterraneo per coltivare, operazione poi allargata in tutta Europa. 

Ciò ha inesorabilmente alterato tanti equilibri con conseguenze non rimediabile dall’eco sistema. 

L’arrivo della tecnologia oggi e dell’industrializzazione degli ultimi secoli poi ha fatto il resto.

Non più bisogni ma sprechi, non più il necessario ma il superfluo con tutto ciò che ha comportato su Natura e ambiente. 

L’uomo è diventato un pericolo per l’ambiente perché le Sue azioni sconsiderate hanno provocato danni al clima,  hanno ridotto le risorse naturali disponibili (l’acqua soprattutto), con il conseguente inquinamento. 

Cosa possiamo fare dunque oggi, quando più che mai il grido di Aiuto della Terra si solleva dal basso in alto? Cosa siamo disposti ad attuare contro un declino inesorabile? 

Un futuro che dipende dalle politiche attuate dai singoli Stati ma anche,  e soprattutto,  da Noi in quanto individui che compiamo ogni giorno gesti che possono accentuare il problema.

Ecco i 4 Cardini fondamentali da tenere d’occhio per salvaguardare il nostro ambiente:

L’acqua 

L’acqua è sicuramente il bene più importante per la sopravvivenza di ogni organismo. L’acqua dolce è purtroppo  però diventata un bene raro, tanto spreco se n’è fatto in passato in maniera indiscriminata. I rifiuti la inquinano inoltre e il taglio delle foreste ha diminuito le precipitazioni e sta diventando così un bene da preservare. 

Occorre dunque limitare sprechi e consumi, riparare i depuratori e gli acquedotti ma soprattutto, nel nostro privato, compiere gesti quotidiani più oculati: doccia e meno bagni,  usare saponi ecologici, non gettare rifiuti in acqua.

L’energia

Cosa faremmo mai senza Energia? Si fermerebbe il mondo dunque la nostra vita. Le fonti di energia come i combustibili sono purtroppo destinate ad esaurirsi. Occorre dunque sviluppare le fonti rinnovabili come il Sole,  il vento , i gas geotermici e la  biomassa. Su di loro potremo sempre contare. Impariamo poi a RICICLARE selezionando bene i nostri rifiuti e pensiamo alla possibilità di installare dei pannelli solari sulle nostre case.

E con qualche piccolo accorgimento poi daremo un grande contributo:

Spegni la luce se non serve, limita gli elettrodomestici, spegni la tv se non la guardi e non lasciarti colpire dall’acquisto compulsivo. 

Il clima 

Nota dolente anzi dolentissima da anni, il cambiamento del clima è un problema ormai di portata internazionale e fra i più importanti da affrontare. La temperatura del mare sale, i fenomeni atmosferici sono sempre più violenti con alternanze di siccità e tempeste. L’abbattimento delle foreste è una delle cause scatenanti insieme ai gas serra presenti nell’atmosfera e purtroppo tutto questo non potrà che portare all’estinzione di tante specie,  alla scomparsa dei ghiacci polari e all’innalzamento del livello del mare. 

Camminiamo di più, usiamo la bicicletta come da bambini, oppure impariamo ad utilizzare bus e tram. 

Biodiversità

Questi comportamenti umani selvaggi hanno conseguenze importanti su molte specie.

Dalle api alle rondini e alle balene molte sono le specie in pericolo.

Avere un ambiente genetico vario è fondamentale per il nostro vivere. È questa la Biodiversità. 

Proteggiamo Parchi naturali,  oasi,  luoghi protetti ( 27000 in Europa) ma non solo. 

Se facciamo una scampagnata non gettiamo rifiuti o quant’altro in luoghi naturali. Non è necessario essere nel WWF per fare qualcosa di importante.

Basta ognuno di noi a salvare il nostro Mondo.

Sandra Orlando

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here