…tra i rottami balla…

208077

Facciamo il punto.

E’ passata un’altra estate, più o meno un poco di vacanze l’abbiam fatte, ci siamo abituati al “virus modaiolo”, quello che “cambia look tanto per variare”, ai morti della Ucraina ed alle bombe lanciate dappertutto anche attorno alle centrali nucleari, ai “giochini infantili” del tipo “sei stato tu… no tu”, “è colpa tua…no la colpa è solo tua”…ecc…, a quelli che appena il TG lancia un allarme già aumentano il costo dei carburanti e al solito “Putin il Magnifico” che adesso non ci manda più gas e lo brucia, così tanto per aumentare un po’ la già alta temperatura del Pianeta…fra una tromba d’aria e l’altra, fra un femminicidio a martellate e l’altro!

Qui da noi, in Italia, per distrarci da tutto ciò, abbiamo pensato bene di far cadere il Governo e fra una mesata circa, di andare a votare.

Si va a votare? Sì, si va! Ma per chi?

Facciamo il punto.

Draghi e Mattarella osservano e chissà che si dicono.

Vuoto per pieno abbiamo tre schieramenti: uno di Sinistra, uno di Destra ed uno che sta “un po’ qui e un po’ lì, una sorta di Nuovo Centro” (con Calenda che incarna la vecchia destra DC e Conte che incarna la vecchia sinistra DC) la cui esistenza sarebbe anche ragionevole perché gli estremismi – di solito – non sono un granchè…ma entriamo nello specifico.

La Destra, a mio modesto avviso, fra un Berlusconi ormai “anzianotto” che va in giro con una bella signorina (che poi mi hanno spiegato essere la nuova moglie) e che ha perso vecchi amici e collaboratori davvero importanti ed un Salvini che pare faccia sempre proclami, abbia sempre un sacco di cose da fare, va sempre di corsa, promette promette promette, ha nella Meloni una Signora che pur abbandonandosi ogni tanto ad eccessi e cadute di stile, pare l’unica novità – direi – “razionalmente normale”, in grado, cioè, di fare discorsi e ragionamenti che, condivisibili o meno, si possono capire e finanche condividere.

La Sinistra è diventata come un pulmann di tifosi che va alla partita. Ogni tanto sale qualcuno, ogni tanto qualcuno scende, tutti urlano slogan contro la squadra avversaria del tipo “dobbiamo vincere perché noi siamo meglio e loro fanno schifo”.

Ed infine gli amici-nemici del “CRC” ovvero Calenda, Renzi, Conte. Ma vi siete chiesti se – puta caso – “questi tre” avessero un sacco di voti, dopo tutto quello che si sono detti, che succederebbe?

Ma ecco i sondaggi di oggi:

Con il 24,7% Fratelli d’Italia” potrebbe superare “il Pd dato in calo al 23,3%”. Lo dicono le intenzioni di voto del Termometro politico nel sondaggio effettuato tra il 23 e il 25 agosto. “Stabile la Lega al 14,3%, mentre M5S e Forza Italia scendono rispettivamente al 10,7% e al 7,2%. Azione/Italia Viva flette al 4,8%. Gli altri partiti restano sotto la soglia di sbarramento del 3%: Sinistra Italiana/Verdi (2,5%), Italexit (2,5%), +Europa (1,9%), Italia Sovrana (1,7%), Unione Popolare (1,5%), Noi Moderati (1,2%), Alternativa per l’Italia (1%), chiude Impegno Civico (0,8%)“.

L’economia viene considerata il tema più importante su cui gli italiani baseranno la scelta del partito da votare il prossimo 25 settembre (29%). Staccati gli altri temi a cominciare da immigrazione (6%) e sicurezza (5%) mentre occupano gli ultimi posti i temi etici (3,7%), la politica estera (3,3%), la giustizia (2,5%) e la pandemia (1,7%)“.

In base a questi numeri, a Ottobre avremmo un governo di Centro-Destra cui andrebbero più del 46 % dei consensi e poi tutti gli altri con un 39 % totale, salvo il fatto che mai e poi mai PD, M5S e Azione/Italia Viva si “apparenterebbero” e in ogni caso sarebbe inutile.

E quindi – per continuare a fare il punto – a Ottobre potremmo avere una Meloni Presidente del Consiglio e un Governo a “trazione Fratelli d’Italia-Lega” con Forza Italia che “sta lì in mezzo a fare il centrino”. E che faranno?

Bene mettiamo due ultimi punti fermi:

  1. si va a votare;
  2. si vota in modo serio, intelligente e meditato.

E a tale ultimo proposito, vi invito a leggere i programmi delle forze politiche in campo per farvi una idea il più possibile cirostanziata dei loro impegni.

Vi elenco qui di seguito i link dai quali è possibile analizzare e confrontare i rispettivi programmi elettorali:

Questo è il link dove è possibile leggere il programma elettorale del Centro Destra:

https://www.fratelli-italia.it/programma/

Questo è il link da cui è possibile scaricare il programma del PD:

https://www.partitodemocratico.it/primo-piano/scarica-il-programma-elettorale-2022-2/

Questo è il link da cui è possibile leggere il programma del M5S:

https://www.movimento5stelle.eu/elezioni-politiche-2022-programma-m5s/

Questo è il link da cui è possibile leggere il programma di Azione/Italia Viva:

https://www.italiaviva.it/azione_italia_viva_calenda_ecco_il_programma_elettorale

Io cosa ne penso?

Che un qualsiasi programma, elettorale, di governo, aziendale, associativo, sportivo, … può essere ben fatto, condivisibile, emozionante, opportuno,…ma quello che fa la differenza sono sempre e comunque gli “uomini presi da soli e in squadra e la loro preparazione/classe” e in questo senso permettetemi di essere un tantino pessimista!

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here