Vittorio Matteo Corcos (parte 5a)

194293

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

Vittorio Matteo Corcos (parte quinta)

“Ritratto di donna”

Olio su tela 186 x 89 cm.

Collezione privata.

Moltissime le donne ritratte da Corcos il cui stile è assolutamente inconfondibile.

In ogni sua opera, alla pari di Giovanni Boldini, è stato capace di esaltarne l’eleganza e la grazia di ognuna.

A catturare l’attenzione sui suoi capolavori sono prima di tutto gli sguardi.

Sono sguardi fieri, timidi, ribelli, dolci, che caratterizzano non solo le sue figure femminili ma anche i personaggi maschili delle sue numerosissime opere.

“In un ritratto quello che conta sono gli occhi. Se quelli riescono come voglio, con l’espressione giusta, il resto viene da sé”, una frase che Vittorio Matteo Corcos ripeteva costantemente.

“RITRATTO DI DONNA”

In uno sfondo pieno di luce, conscia della propria bellezza, l’elegante signora seduta su una poltroncina dell’epoca guarda noi spettatori con una posizione eretta e composta.

Corcos la dipinge, per esaltarne ancora di più la figura, con un abito di velluto azzurro.

La grazia della donna è sottolineata anche attraverso gli accessori e la cura dei minimi dettagli.

In questo ritratto quindi osserviamo una grande dote che contraddistingue l’artista: la ricerca del vero che ha reso la sua pittura quasi fotografica, e la ricerca della psicologia dei personaggi caratterizzati dallo sguardo profondo, ma molto spesso anche malinconico.

Da notare infine il tocco finale che completa la scena: delle splendide calle bianche poste sullo sfondo davanti ai drappeggi color ocra, che ingentiliscono e scaldano l’intero ambiente.

CONCLUDENDO:

Apprezzatissimo in Europa, i dipinti di Corcos riflettono la sensibilità artistica della fine del secolo e, ancora oggi, i maggiori collezionisti si contendono le sue opere.

Non per nulla Vittorio Corcos, insieme a Boldini, come dicevo prima, e a De Nittis, è considerato uno dei più quotati e famosi ritrattisti italiani.

Molti sono effettivamente i punti in comune tra i tre artisti, a partire dalla scelta del ritratto come genere principale delle loro opere, per passare all’esperienza parigina vissuta per anni a stretto contatto.

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here