Per leggere la puntata precedente fare click sulla FOTO

Te ed Io come sorelle gemelle – (Parte 9a)

<<No…non può essere vero!!!>> Nathalie si lascia trasportare da quell’uomo senza pensare…Chiude gli occhi…Sente sfiorarsi, appena, le labbra.

Una sensazione di piacere attraversa il suo esile corpo e si fa trasportare da un bacio molto passionale fino all’estremo piacere.

Sono trascorsi lunghi anni da quando il suo compagno l’ha lasciata per “raggiungere un’altra dimensione”.

Da allora pensava che non avrebbe più provato attrazione verso altri uomini  e ancor meno innamorarsi ancora.

Per fortuna non è così!

Ultimamente sembra che il suo corpo sia tornato a vivere, che riesca a  provare le giuste emozioni che scuotono nel profondo.

Senza parlare, lascia che quello sconosciuto la prenda per mano e la porti con sè verso la macchina. Da gentleman la fa salire e chiude molto delicatamente la portiera dell’auto.

Fulmineo raggiunge il suo appartamento e, in un lampo, si ritrovano nudi sul letto a far l’amore come due selvaggi che amano annusarsi e mordersi.

Dopo avere appagato le loro voglie, si ritrovano sdraiati sul letto come due estranei senza conoscer nemmeno i loro nomi.

Manca poco all’alba, lo sconosciuto si addormenta  e Nathalie ne approfitta per rivestirsi e scappare via.

Presa dallo sconforto, quasi pentita per la sua leggerezza, chiama un taxi e spera di rientrare presto a casa.

Sale le scale e guardando il polso, sia accorge di avere smarrito il bracciale, con ciondolo, in cui era incastonato un brillante e due iniziali “N” Nathalie,  “P” Patrick, il nome del suo defunto compagno.

<<Che fare?>>…

Non ha la certezza che lo abbia smarrito in casa dello sconosciuto, e quindi, non avrebbe senso recarsi nuovamente in quella casa.

Per un attimo pensa perplessa, e alla fine, con immenso dispiacere accetta lo smarrimento di quell’oggetto che aveva tenuto addosso per anni ed anni.

Forse è un segno del destino… Sussurra ormai rassegnata.

Patrick desidera  che io lasci il passato alle spalle e ricominci a vivere. Ebbene si, è sopraggiunto il momento di gettarmi il passato alle spalle e ritornare alla vita, all’amore…

C O N T I N U A…

Articolo precedenteBuon compleanno Candy
Articolo successivo“A tu per tu” con Claudio Monopoli
Grazia Bologna
Mi chiamo Grazia Bologna e vivo a Palermo. Affascinata sin da piccola dallo scrivere, ho partecipato a vari concorsi di Poesie. Nell’ultimo - “Canti a lu Ventu” - dell’Aprile 2018, ho avuto un riconoscimento particolare con la mia Poesia “L’Attesa”. Imprendidtrice in attività di Call Center nel ruolo di “Guidance Counselor”, ho condotto trasmissioni televisive e radiofoniche in emittenti regionali private per trattare le varie problematiche legate alla famiglie. Da Marzo 2018 collaboro con “SCREPmagazine” curando la rubrica “Racconti di vita vissuta”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui