Strani nomi per i colori

155880

Come lessi tempo fa, il colore è ciò che resta della luce.

Il mondo è pieno di colori, sappiamo tutti quali siano.

Ciascuno di essi è costituito da 3 componenti: tonalità (indica il colore puro, con una sola lunghezza d’onda all’interno dello spettro ottico della luce), luminosità (specifica la quantità di colore bianco e nero è presente nel colore percepito) e saturazione (è la misura dell’intensità di un colore).

Ma la tavola dei colori è piena di cromatismi e sfumature e non solo… hanno dei nomi particolari che non conoscevo.

Andiamo a scoprire insieme quali sono:

TAN: gradazione chiara di colore, tendente al tennè. Il suo nome deriva da tanno, la corteccia della quercia. Questo nome fu utilizzato per la prima volta nel 1590.

UOVO DI PETTIROSSO: colore che deriva da quello delle uova del pettirosso americano. Nome che fu utilizzato nel 1873.

SOLIDAGO: tonalità del giallo. Nome che deriva dalla pianta erbacea Verga d’Oro, pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae che presenta fiorellini di questo colore.

BRUNO VAN DYCK: prende il suo nome dal pittore Antoon Van Dyck, che lo utilizzò molto nei suoi quadri. Ha un colore marrone molto scuro e intenso.

UVA AMERICANA: gradazione del blu.

ELIOTROPO: colore tra il porpora e il rosa. Il nome fu utilizzato la prima volta nel 1882.

MATITA COPIATIVA: tonalità di blu e il suo nome deriva dalla matita utilizzata durante le elezioni.

NEMBO: è un colore che richiama le nuvole, ma anche il piombo. Viene definito anche “plumbeo”.

CARAIBI: è una sfumatura medio scura di verde e turchese. La Crayola ha inventato questo nome nel 1988.

AMETISTA: colore violaceo. Il suo nome deriva da un tipo di quarzo che ha proprio il suo nome.

AVIO: tonalità di azzurro tendente al grigio.

PERVINCA: viola tendente al grigio.

KAKI: colore marroncino-verdognolo. Colore antico come tonalità, spento.

CHARTREUSE: verde acceso, diverso dal colore lime.

E voi li conoscevate?

Se siete a conoscenza di altri colori con nomi particolari fatemi sapere lasciando un commento, sono molto curiosa 🙂

Giulia Trio

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here