Rosso bruciato

0
135195
Seduti in poltrona, uno di fronte all’altro, presso un grande camino acceso, in atmosfere rosso bruciato, ci guardiamo negli occhi, cerchiamo un bagliore reciproco, una altalenante certezza, un lieve soffio di vento.
Un sorriso enigmatico avrebbe potuto svelare il mistero che rappresentiamo in un luogo di cui non abbiamo ricordo.
Il tempo dei cavalli bianchi in riva al mare non potrà ritornare e non sappiamo, in realtà, se mai sia esistito, chissà…
Meglio non andare oltre quella soglia di coscienza da cui è difficile far ritorno, meglio tenere la chiave chiusa in un cassetto, meglio concentrarsi in un punto fisso sulla mattonella per prendersi del tempo ormai trascorso.
Fuori, i passi sono frutto di una fantasia nata col nascere del crepuscolo, indolente, come il silenzio del sole in una estate tropicale, nascosta, come poesie su pagine ingiallite dalle notti e dai giorni.
Su una parete un quadro in ombra non si fa interpretare, le nostre parole sono superflue, spesso ingombranti, probabilmente inutili, perché refrattari ad analizzare quello spazio su cui mai abbiamo creduto realmente.
Intanto spostiamo il nostro sguardo sulla finestra e riusciamo a carpire un pezzetto di cielo, seduti in poltrona, uno di fronte all’altro, senza più chiederci per quanto, senza più chiederci dello spazio che ci separa. Intanto un vento di mare…
Tommaso Cozzitorto

Clicca qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLa signora della porta accanto
Next article“Veronica Franco” a cura di Francesco Viscelli
Sono nato a Salerno, ho trascorso la mia infanzia a Sapri e vivo a Lamezia Terme dall'età di dieci anni. Laureato in Lettere moderne ad indirizzo filologico-letterario presso l'Università di Salerno con una tesi dal titolo "Cesare Beccaria e il dibattito sulla pena di morte" discussa con il prof. Valentino Gerratana. Abilitato all'insegnamento in materie letterarie, filosofia e storia, storia dell'arte, insegno Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di primo grado. Mi occupo anche di critica letteraria e di arte attraverso conferenze e presentazioni di libri. Ho scritto prefazioni a romanzi e saggi, collaboro al mensile "Lamezia e non solo" da diversi anni. Sono stato protagonista nella trasmissione televisiva Confidenze Culturali ed ho presentato la rubrica "Imagine" su Ermes TV. Per dieci anni ho curato la rassegna "DiMartedìCulturando" in un noto locale di Lamezia Terme. Ho fatto parte della Commissione Calabria "Premio la Giara" indetto dalla RAI. Ho pubblicato due libri: Palcoscenico e Along the way. Nel 2011 ho ricevuto il "Premio Anthurium" città di Lamezia Terme e successivamente il "Norman Academy" a Roma, entrambi per meriti culturali. Ho ricevuto nel dicembre scorso un riconoscimento dal Liceo Scientifico Galilei di Lamezia Terme nell'ambito del Festival della Scienza. In ambito prettamente scolastico sono stato Valutatore ed esperto in PON e POR.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here