Visualizza immagine di origine

Secondo il nuovo ultimo DPCM a Giugno i Cinema e i Teatri saranno nuovamente riaperti al pubblico.

Lo ha dichiarato a sorpresa Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte Sabato 16 Maggio, con il  nuovo decreto definito da alcuni “ Porte aperte alla ripartenza”.

Data prevista il 15 Giugno 2020.

Meno di un mese e ci ricongiungeremo con le poltrone rosse potendo  tornare a gustare un bel film nelle sale “addormentate”.

Questo a patto che i Cinema rispondano a dei rigidi criteri stabiliti  dal DPCM.

Le misure di sicurezza saranno comunicate nei prossimi giorni anche perché  la data di riapertura è ben più distante rispetto a quella di altre attività.

Nell’attesa gli esercenti  possono organizzarsi sulle pellicole da distribuire, sulla sicurezza degli ambienti e sull’adozione di nuove misure per preservare noi  consumatori.

In un cinema, infatti, gli ambienti possono essere vasti, ma esistono anche sale più ristrette, bisognerà garantire la distanza di sicurezza e ridurre dunque il numero di persone presenti al suo interno.

Dunque, molto probabilmente non tutti i Cinema potranno effettivamente riaprire per la data prevista e molti potrebbero andare incontro a limitazioni legate sia  alla mancanza dei requisiti richiesti che alla ridotta  presenza di offerte cinematografiche disponibili.

Un’offerta limitata, perchè la maggior parte delle riprese di nuovi film è stata bloccata dal Covid-19 e i set sono stati abbandonati per mesi.  

La riapertura per Giugno è stata in effetti salutata felicemente dal mondo del Cinema ma anche vista come  inaspettata e imprevista .

Visualizza immagine di origine

La nuova stagione post Covid sarà sicuramente, da una parte costellata da riproposte delle ultime uscite al Cinema (tra cui l’ultimo film di Muccino ad esempio) e dall’altra debutteranno  invece, finalmente, quelle pellicole per molto tempo rimaste “parcheggiate” e previste per l’uscita nei fatidici mesi della pandemia.

Tanti distributori  hanno già ovviato al problema lanciando i loro film su piattaforme streaming come Netflix,   oppure On demand su Sky Prima fila, Amazon Prime, Chili, Tim vision e altro ancora ( si pensi a Favolacce dei fratelli D’Innocenzo,  grande successo e disponibile sulla piattaforma on demand di Sky)

Esiste quindi la possibilità che alcuni Cinema preferiscano attendere un lasso di tempo maggiore prima di riaprire.

Quale sarà il destino del Grande schermo nei prossimi giorni è quindi ancora da capire,  ma siamo certi che sia tra i settori più “attesi”, come dimostra il desiderio sempre grande dei cinefili di trovare valide alternative alla Sala cinematografica vera e propria (i Drive in o il Cinema in Piazza), alternative che hanno già riscosso grande consenso.

Sandra Orlando

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui