Passeggiando in bicicletta…

130804

Passeggiando in bicicletta

Passeggiando in bicicletta, può rievocare ricordi legati alla canzone di Riccardo Cocciante o gioiosi ricordi d’infanzia.

Imparare ad andare in bicicletta è, per la maggior parte dei bambini, un divertente obiettivo di gioco, che sia in passato che oggi, ci permette di vivere la famiglia e la natura.
Scegliere la parola “gioco” non è casuale, perché la stessa richiama alla mente l’infanzia ed il tempo libero, ed è associata ad una dimensione di spensieratezza.
Il gioco, apparentemente privo di scopo, si configura come elemento di appartenenza ad una comunità, perché in quanto fatto sociale esprime la cultura di un popolo e di un’epoca e, così come l’alimentazione, l’abbigliamento, il lavoro e la quotidianità caratterizza mentalità e stile di vita.
L’importanza del gioco nella vita dell’uomo e nella sua evoluzione è testimoniata da numerose pagine di studiosi a partire dall’antichità.
Il gioco consente di creare una realtà parallela a quella reale, in cui tutto è finzione e drammaturgia.
I giochi, secondo Lhotzky, sono la parte più seria del bambino; come trasposizione del lavoro, dove il bambino impegna tutte le sue abilità e le sue creatività e, per riuscire dà il massimo di sé, proprio come fa l’adulto nelle attività lavorative.
In particolare, facendo riferimento ai giochi tradizionali, possiamo mettere in evidenza che si basano su destrezza, agilità, velocità, coordinazione e anche forza fisica, quasi attività motoria; intrattenimenti più dinamici rispetto allo stare seduti davanti a tv, computer o giocattoli fini a sé stessi.
A cosa voglio dare rilievo trattando questo elemento: l’importanza di stare insieme, dove anche un momento di lavoro può trasformarsi in occasione di socializzazione.
Rinascere a nuova vita, può voler dire, a volte, anche riprendere attività che sono state messe in disparte, appartenenti al nostro passato e alle nostre tradizioni.
Cosa di più bello che raggiungere un giardino, un parco, un percorso ambientale dove cimentarsi in attività all’aperto, che diventino ludico motorie e di fondamentale socializzazione tra coetanei e famiglia: ambiente inteso come natura.
Elementi fondamentali della struttura del gioco sono lo spazio, il tempo, le regole, il punteggio e il modo di usare gli oggetti.
Tra i giochi tradizionali cito cavallina, i quattro cantoni, palla prigioniera, mestiere e moscacieca.
Ma oggi le famiglie possono vivere esperienze di condivisione e socializzazione nella natura, svolgendo attività come camminare lungo percorsi prestabiliti, quindi trekking ed escursione nei boschi oppure recarsi nelle fattorie o nei mulini in visite guidate per esperienze utili a scoprire il mondo alimentare e anche per poter parlare di sviluppo sostenibile e rispetto dell’ambiente.
Acquisire così i principi per vivere green e rispettare l’ambiente, una nuova e attuale forma di comunicazione, che diverrà l’eredità per il futuro del mondo.
Ricordiamoci che: ogni nostra azione ha una reazione e il nostro filo conduttore è farla con il cuore.

Non movimento effimero…

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here