Non ci sono più le mezze stagioni!

209931
Si inizia sempre così:
Non ci sono più le mezze stagioni“.
Ed ancora:
Non si capisce più nulla, si stava meglio quando si stava peggio“.
Quante volte capita di sentire queste frasi!
E c’è da dire che, generalmente, se ne aggiungono altre, perchè si forma una sorta di catena… per cui, sovente, si continua con:
Si stanno perdendo i valori di un tempo.
Non esiste più nulla.
Non c’è più religione, pudore, rispetto.
Non ci sono più le buone maniere.
Non si ama più come una volta, non esiste l’amicizia.
Non ci si guarda più negli occhi.
Non si è più felici delle piccole cose.
Si vive senza sogni, perchè ci è stato rubato tutto“.
È vero, perché il mondo che ruota attorno a noi si è trasformato.
Non lo si riconosce più.
Si è imbruttito perché si è svestito dell’abito più bello, la semplicità, la genuinità, la schiettezza.
Un tempo si trovava un momento per tutto… per piangere, per sorridere, per stringere tra le mani un ricordo.
C’era attenzione e cura per le cose che contavano.
È come svegliarsi da un sogno e trovare che tutto è cambiato.
Ma scusate… noi vogliamo indietro il nostro mondo!
E che fine hanno fatto quelle estati calde e spumeggianti?
Ridateci i colori autunnali e poi il profumo della ginestra nelle albe primaverili e poi ancora la neve a Natale.
Vogliamo credere che non esista civiltà se non c’è rispetto e libertà, se le parole non sono dette col cuore per ritornare al cuore.
Vogliamo che ci si possa ancora affidare alla magia di un sentimento amoroso, alla lealtà di un sodalizio amicale.
Vogliamo essere felici anche solo a guardare il mare.
Vogliamo riprenderci i nostri sorrisi e le nostre lacrime, i nostri ricordi e tutti quei sogni che ci sono sfuggiti di mano.
Vogliamo che il nostro petto possa continuare a battere anche solo per una carezza ricevuta.
Vogliamo tutto il nostro tempo, quello che abbiamo perso mentre la vita ci passava accanto.

Vogliamo…non vogliamo più ingiustizie, guerre, violenze, inquinamento e brutte malattie!!!

Piera Messinese
Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleFestival di Venezia 79 parte la Biennale 2022
Next articleA Lamezia Terme presentato il film Madame Luna
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here