Le castagne Cuneesi

124355

Oggi vi propongo una ricetta semplice e facile da preparare e molto gustosa.
Ma prima della ricetta mi piacerebbe parlare un po del ingrediente principale della ricetta

Le Castagne Cuneesi

Dall’Asia Minore al Piemonte, le castagne cuneesi fanno parte della tradizione piemontese già dal XII secolo.

Protagoniste di numerose ricette, dolci e salate, di sagre ed eventi, è stato per secoli uno degli alimenti principali dell’alimentazione dei piemontesi, in particolar modo dei montanari che vivevano alle quote più alte.

Infatti arrivavano a scambiare burro e formaggi con qualche sacco di castagne, dato che a quote più alte gli alberi non crescevano.

L’importanza di questo, ormai, carissimo, alimento lo si può notare dal modo in cui veniva chiamato il castagno: “l’albero del pane”.

E la castagna veniva chiamata, a sua volta, il “pane dei poveri”.

La coltivazione delle castagne ha costituito per lunghissimo tempo una grandissima fonte di reddito per queste zone piemontesi.

Le castagne sono diffuse in tutta Italia, così come i modi di cucinare

Frittelline di castagne

Nella tradizione culinaria piemontese non potevano mancare le frittelline di castagne. Pochi ingredienti per un risultato gustoso e appagante.

Le dosi per quattro persone:

6 cucchiai di farina di castagne
2 cucchiai di farina bianca
2 cucchiai di zucchero
un poco di latte
un uovo
una manciata di uvetta sultanina.

Mettere in ammollo l’uvetta e, a parte, unire zucchero e farina mescolando, aggiungere il latte e formare una pastella omogenea. Unire l’uvetta dopo averla asciugata.

Impastare gli ingredienti aggiungendo, a piacere, un cucchiaio di cacao amaro.

Riscaldare l’olio e porre la pastella ottenuta a cucchiaiate.

Cuocere le frittelle a fuoco vivace.

Scolare su foglio di carta assorbente da cucina, cospargere con zucchero e servire.

Una ricetta facile, con pochi ingredienti ma molto gustosa.

Trandafira Nechita

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here