La pittura è una poesia muta

206307

La pittura è una poesia muta e la poesia una pittura parlante“.

Con queste parole prese a prestito da Plutarco il giornalista Salvatore Berlingeri apre la manifestazione culturale dedicata al Calendario Artistico Poetico targato SD Collection.

Una presentazione che ha visto protagonisti più autori, tra pittori, poeti e scultori.

Affascinante l’intervento del Console dei Maestri del Lavoro della Calabria Francesco Saverio Capria che ha parlato di Arte nelle sue più alte forme.

Una mattina piena di emozioni e cultura, stupende le opere degli artisti pervenuti da varie zone di Italia e della Calabria: Amalia Alia, Giuseppe Galati, Cristina Corso, Fabio Mascaro, Eleonora Laganà, Maria Costa, Tania Marino, Mariella Costa, Caterina Rizzo, Antonio Maio, Enzo Liguori, Valerio Prestia, Lena Emanuele.

Tante le opere esposte.

Sono stati citati tutti i mesi uno dopo l’altro, presentando tutti gli artisti e poeti presenti, citando alcune opere e leggendo tante poesie, bravissima la poetessa Carmela Costanzo e la maestra Mimma Febbraro che hanno emozionato il pubblico…un attestato speciale e’stato conferito a Tania Marino per la sua poesia dedicata al Natale.

Il Presidente della Provincia Salvatore Solano è stato omaggiato insieme agli altri relatori, di un pregiato miele artigianale che fa parte della produzione locale di una eccedenza del territorio Francesca Rombola, una donna imprenditrice che ha puntato sulla Calabria e sulla qualità dei suoi prodotti, investendo in un azienda con prodotti locali che le sta dando molte soddisfazioni.

Interessante l’intervento del presidente dei maestri del lavoro di Vibo Valentia Paoli che ha parlato del libro Il lato artistico e culturale dei Maestri del lavoro, sempre realizzato dalla Demurtas con la collaborazione di Bulzomi, i relatori si sono soffermati anche su altre pubblicazioni targate SD come: a Tazzulella e café in vernacolo napoletano del poeta Ciro Sigillo e Il sentiero dei Sogni del poeta Antonio Franzé.

La mostra con presentazione degli artisti e lettura delle poesie è stata un vero successo:
pittura e poesia, hanno dato vita al plurisecolare principio estetico dell’ut pictura poesis (la locuzione latina di Orazio); e il verso fatale, giuntoci tramite Plutarco: «La pittura è una poesia muta e la poesia una pittura parlante»… ha attraversato indisturbata i secoli, regnando sovrana nella critica artistica e tornando a vivere in un calendario di meravigliosa fattura.

Non resta che attendere le prossime novità editoriali, ed i prossimi eventi che vedranno ancora una volta come protagonisti gli artisti dell’Associazione Fior di Loto e il loro cavallo portante Sonia Demurtas.

Molti complimenti ha ricevuto la copertina del calendario che è stata realizzata da Cristina Corso con un’opera intitolata “Sissi”. La sala CEV di Palazzo Gagliardi era piena di estimatori dell’arte. Ricordiamo i nomi degli artisti presenti nell’edizione del 12 mesi 2023 e facciamo loro tanti complimenti per questa interessante iniziativa: Giuseppina Montopoli, Luisa Zinna, Carla Croce, Francesco Antonio Solano, Michele Pochiero, Sergio Camellini, Bruna Marino, Leonardo Cristofaro, Valerio Prestia, Cristina Corso, Monica Colombaro, Romina Monteleone, Maurizio Laugelli, Miriam Jaskierowicz Arman, Eleonora Laganà, Rosita Panetta, Unida Maria Luigia, Fernanda Colaiacomo, Terracciano Pasquale, Maria Antonietta Sarra, Anna Alfano, Antonietta Malito, Maria Caterina Russo, Annunziata Mazzeo, Claudio Sposito, Lena Emanuele, Emma Bitri, Giovanna Azzarone, Nicoletta Bertoncini, Carmela Costanzo, Fabio Mascaro, Giuseppe Galati, Antonietta Cassaro, Augusto Arrotta, Gabriella Pelilli, Emanuela Restuccia, Barbieri Claudio, Antonio Franzè, Maria Costa, Amalia Alia, Caterina Rizzo, Caterina Tagliani, Maria D’Ippolito, Mimma Febbraro, Giulia Levato, Francesca Misasi e Sonia Demurtas.

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLa gelosia retroattiva
Next articleQuattro stagioni, tanti colori: la Calabria fa rete per un’economia e uno sviluppo sostenibile
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here