Quattro stagioni, tanti colori: la Calabria fa rete per un’economia e uno sviluppo sostenibile

206343

Si è tenuto oggi 16 dicembre 2022, presso le sale dello storico e prestigioso Palazzo Gagliardi in Vibo Valentia, l’evento “Quattro stagioni, tanti colori”, organizzato dall’ente regionale Parco regionale delle Serre- Calabria in partnership con Mangiatorella Spa.

All’interno di una cornice elegante e suggestiva, in una sala gremita, il talk moderato da Marcello Francioso e il giornalista Maurizio Bonanno, ha visto la presenza di molti illustri relatori provenienti dal mondo istituzionale, culturale, turistico e da quello industriale per discutere sulle grandi opportunità che un territorio così ricco di risorse come la Calabria può offrire.

A seguito dei saluti istituzionali dell’Assessore alla cultura Antonella Tripodi anche da parte del Sindaco Maria Limardo, il dott. Alfonso Grillo (Commissario Straordinario del Parco delle Serre) e ing. Pietro Federico (Amministratore Delegato di Mangiatorella S.p.a.), hanno spiegato il significato di questa giornata: sensibilizzare tutti gli attori del processo di cambiamento e sviluppo sull’importanza di unire le forze per un obiettivo comune.

Il dibattito, sempre attivo e proficuo, ha visto alternarsi contributi importanti dei relatori presenti, dopo la lettura di un messaggio inviato dal Presidente del Consiglio Regione Calabria Filippo Mancuso, assente per motivi istituzionali.

Contributi di gran valore pervenuti dall’Assessore regionale all’agricoltura, risorse agroalimentari e forestazione Gianluca Gallo, dal Presidente Unindustria Sezione Agroalimentare Domenico Monardo, dal Presidente Confindustria Vibo Valentia Rocco Colacchio, chiudendo con i saluti e il contributo del Vicesindaco del Comune di Vibo Valentia Pasquale Scalamogna.

   

Il tutto con la moderazione del giornalista Maurizio Bonanno, sempre attento ai bisogni del territorio che, nel corso del convegno ha voluto porre interessanti domande e ottenuto soddisfacenti risposte dai presenti imprenditori e rappresentati di categoria che hanno fatto la storia della regione e continuano a farla quali Caffo, Colacchio, Frigel, Gelateria Enrico, Mediolat, Monardo, Deodato e molti altri rappresenti dalle associazioni di categoria.

Non sono mancati i Sindaci dei Comuni rientranti nell’area Parco quali il Sindaco di Gerocarne e presidente Gal Papillo, il Sindaco di Serra San Bruno Barillari, di Nardodipace De Masi, di Brognaturo Tassone, di Cardinale Stagliano, di Pazzano Franco Valenti, di Bivongi Vincenzo Valenti, di Monterosso Lampasi, di Francavilla Pizzonia, di Ionadi Signoretta, di Pizzo Pititto e i rappresentanti degli altri comuni, i rappresentanti di comuni provenienti da tutta la Calabria.

Presenti in sala i Carabinieri della Biodiversità di Mongiana rappresentati dal luogotenente incarico speciale Domenico Minichini e il Comandante della stazione dei Carabinieri territoriali di Vibo Valentia maresciallo Farabella.

Presente anche una delegazione istituzionale delle guide turistiche del Parco delle Serre e soprattutto, i veri destinatari di questo cambiamento: i consumatori.

Sviluppo e futuro della Calabria passano inevitabilmente da una promozione congiunta di tutti gli attori del territorio coinvolti oggi ben rappresentati.

Quello di oggi è stato un tavolo di lavoro vero e proprio che costituisce un esempio di rete produttiva e sostenibile.

Nel corso della giornata sono stati presentati i vincitori del contest fotografico “Alla scoperta del Parco delle Serre”, il contest naturalistico di Mangiatorella dedicato ai boschi e ai luoghi incontaminati di questo territorio, le cui 12 foto giudicate più belle sono confluite in un fantastico Calendario che sarà distribuito anche nelle librerie Rubbettino.

n.d.a.: Si ringrazia il Comune di Vibo Valentia e il CEV (Comitato Editori Vibonesi).

Previous articleLa pittura è una poesia muta
Next articleLe due sorelle
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here