La Fontana dei Libri

166574

La Fontana dei Libri si trova a Roma in Via degli Staderari, nel Rione S. Eustachio, una traversa di Corso Rinascimento.

Nell’anno 1927 il Comune di Roma commissionò all’architetto Pietro Lombardi, già vincitore del precedente concorso per la fontana di Monte Testaccio, la realizzazione di una serie di fontane moderne che avessero come soggetto i rioni di Roma.
L’architetto Lombardi per la realizzazione di questa fontana si ispirò al simbolo del rione.

Ogni Rione a Roma ha un simbolo che lo rappresenta e che lo distingue dagli altri e per la realizzazione della sua opera nel Rione Eustachio, il Lombardi si ispirò sia al simbolo che alla storia del rione stesso.
La fontana è dunque realizzata con caratteristiche dal significato ben preciso.

Al centro di un arco su cui campeggia la scritta S.P.Q.R, tra due mensole su cui sono poggiati quattro libri antichi, due per ciascun lato, si trova la testa di un cervo.

L’acqua fuoriesce da due cannelle a forma di segnalibro e cade in parte nella sottostante vasca semicircolare ed in parte direttamente sul selciato.
La fontana è realizzata totalmente in travertino.

La testa di cervo è il simbolo stesso del rione Sant’Eustachio e ricorda l’evento della conversione al Cristianesimo del generale romano Eustachio a cui apparve un cervo con una croce luminosa fra le corna.

I libri ricordano invece che un tempo la strada si chiamava via dell’Università proprio per la presenza dell’antica Università della Sapienza che si trovava nel palazzo a cui è addossata la fontanella.

L’attuale nome della via, Via degli Staderari, si deve invece alla conservazione del toponimo di una strada, che era parallela ma che è andata distrutta con l’allargamento di Palazzo Madama, e che doveva il suo nome alla presenza di venditori di bilance e stadere che avevano qui le loro botteghe.

Una curiosità: al centro della fontana, tra le corna del cervo, risulta inciso in verticale il nome del rione ed in orizzontale il relativo riferimento numerico, ma purtroppo deve esserci stato un errore perché nella fontana si legge Rione IV mentre invece S.Eustachio corrisponde al Rione VIII.

In ogni caso l’incisione è rimasta quella anche se non esatta.
Ammiriamo la fontanella con le sue particolarità e sorvoliamo sull’argomento del Rione.

ROMA (gogyohka a specchio)

Arte, storia,sapienza

tra i secolari vicoli

scrosci argentini

magnifiche fontane

Roma e le sue bellezze

Roma e le sue bellezze

magnifiche fontane

scrosci argentini

tra i secolari vicoli

arte, storia,sapienza

Antonella Ariosto

Clicca sul link qui sotto per leggere un mio articolo precedente:

3 COMMENTS

  1. Articolo interessante, conoscere un altro pezzo di Roma, molto bello il gogyohka di accompagno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here