Fedeltà

199143

Ma tu sei felice? Questa è la domanda che una mia carissima amica mi ha fatto per anni, e a cui non sapevo rispondere fino in fondo, perché è difficile. Cos’è la felicità?

Come si può rispondere a questa domanda?

Se noi ci fermiamo a pensare, entriamo in crisi, perché ci rendiamo conto che siamo cresciuti con l’idea che più hai e più sei apprezzato, e più sei felice.
Sei stimato se vai bene a scuola, se diventi un professionista prestigioso. E tu ti consideri felice se hai tutto questo, se puoi permetterti di comprare l’ultimo modello di cellulare o quel paio di scarpe che rappresentano lo status symbol. Ma davvero per voi è così?

Ma sei sicuro che la felicità è fatta di queste cose?

Forse anche di queste, ma non solo. Se tu sei felice per ciò che hai, questo ha a che fare con la felicità edonica, che è un concetto legato al soddisfacimento di piaceri immediati, ma questa non è la felicità.
Perchè quando poniamo la domanda “tu sei felice?” ha a che fare con tanto altro.

E tu, sei felice della vita che conduci?
Sei felice rispetto a chi sei?
Sei felice delle relazioni che hai creato fino ad oggi?

Ecco a questa domanda non ha saputo rispondere il protagonista della nuovissima serie tv che sto guardando su Netflix. Carlo non ha saputo o voluto rispondere alla domanda che durante la notte la moglie, all’improvviso gli ha posto.
Fedeltà serie tv

Margherita (Lucrezia Guidone) e Carlo (Michele Riondino) sono una coppia non solo innamorata, ma anche piuttosto affiatata dal punto di vista intimo. Sono sposati da cinque anni e stanno pensando di comprare quella che potrebbe essere la casa dei sogni. Margherita è un’agente immobiliare e cerca un appartamento per potersi finalmente trasferire dal loft in cui vive, che inizia a starle un po’ stretto. Carlo è invece uno scrittore, in crisi, ma per sostentarsi insegna scrittura creativa all’università.

Quello che fa scoppiare la vita apparentemente perfetta di Carlo e Margherita è un piccolo malinteso, una miccia innocua, che mette in moto una serie di dubbi, tradimenti che li travolgerà in pieno.
Durante una pausa, tra le lezioni, Carlo viene visto da una sua allieva, abbracciato a un’altra delle sue studentesse, Sofia. Il pettegolezzo arriva al Rettore che li convoca in momenti diversi per vedere se combaciano i loro racconti .

È stato un gesto innocuo e fatto in buona fede, che però crea in Margherita valanghe di interrogativi sulla fedeltà del marito e porta lo stesso Carlo a interrogarsi su quale sia la natura del suo rapporto con la studentessa, perché si rende conto che il suo non è solo interesse per una ragazza portata alla scrittura.
Quello che succede nella serie, attraverso le parole di Carlo ai suoi alunni, è un tentativo di analizzare in maniera critica il concetto di fedeltà. Lui afferma che bisogna essere fedeli in primo luogo a se stessi, ma lui stesso finirà per perdersi in un vortice di desiderio e senso di colpa.

La stessa Margherita anziché cercare di capire ciò che succede al suo matrimonio e a se stessa, scivola nella tentazione più scontata, il tradimento con un giovane fisioterapista dal fisico perfetto.
La serie ci fa riflettere su quel meccanismo delicato che è l’equilibrio di due individui che scelgono di dividersi la vita sotterrando i desideri, pulsioni e sogni in nome della stabilità e del riconoscimento sociale.

Presto Carlo si rende conto che per Sofia non è solo un mentore, ma è sentimento e desiderio. Margherita dal canto suo sfoga le sue frustrazioni, dal tradimento al fatto di aver messo da parte il sogno di ragazza di lavorare come architetto, in una storia che nulla le dona in campo affettivo. Il tradimento incrociato li porterà alla separazione, conseguenza delle azioni dei protagonisti, intrappolati tra mille dubbi.

Alla fine dopo la rottura , Carlo ha messo da parte il desiderio di fare lo scrittore per dedicarsi al mestiere di editor, mentre Margherita sta per aprire finalmente il suo studio come architetto d’interni.

Netflix ha fatto uscire la serie Fedeltà, che verte sul tradimento proprio il giorno di San Valentino. Con la serie, si vuole mostrare al pubblico cosa c’è dietro il fallimento di un amore, dietro la relazione tra un carattere orgoglioso e uno remissivo, dietro il totale egoismo di uno dei due, e cos’è che spinge un uomo o una donna a mandare all’aria il proprio rapporto costruito con tanta pazienza negli anni. La serie è tratta dal libro di Missiroli, vincitore del Premio Strega giovani.

Fedeltà è una finestra trasparente sulla vita di un uomo e una donna che si amano ma che, come accade a tanti a un certo punto non vanno più nella stessa direzione e capiscono di volere cose diverse dalla vita.
E questa serie ci mostra come solo dopo aver distrutto le proprie sicurezze e mandato all’aria tutto, ci si rende conto di quello che si vuole davvero nella propria vita.

Ma bisogna davvero arrivare a questo punto per capire cosa sia la felicità, cosa si deve a noi stessi prima che agli altri? Forse sì.

Fedeltà lascia l’amaro in bocca, ma anche un grande insegnamento che è quello di scegliere per noi, perché la vera vita è tutto ciò che resta dopo il bivio.

Angela Amendola

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here