La fioritura di Castelluccio di Norcia

Tra fine maggio, giugno e primi di luglio, la Natura non ha giorni prefissati, a Castelluccio di Norcia, nel “Pian grande”ai piedi del monte Vettore, in Umbria, è possibile visitare ed ammirare, i campi coltivati di lenticchia.

In questi campi non si usano pesticidi e neanche erbicidi, perché le erbe infestanti danno la giusta umidità alle lenticchie.

I fiori sbocciano nei campi, tutti vicini: fiori di senape, camomilla, papaveri e tanti altri fiori spontanei.

Così i campi si colorano con infinite sfumature, dal giallo,al rosso, al blu dei fiordaliso.

Nell’arco dei due mesi, lo sbocciare alternato dei fiori, anima il Piano Grande di bellissimi colori.

In questi mesi i moltissimi visitatori che si recano a visitare e a fotografare i fiori, sono invitati a rispettare le distanze dalle coltivazioni, soprattutto delle lenticchie, per non calpestare i fiori che si trasformeranno in lenticchie.

In gastronomia, le lenticchie di Castelluccio sono rinomate in tutta Italia, di forma leggermente più piccola rispetto alle lenticchie classiche, sono gustose e molto saporite.
Visitando anche Norcia è possibile acquistarle.

La fioritura rimane un’esperienza gradita e stupefacente per i visitatori e le foto scattate hanno dei colori indimenticabili.

Da ripetere, possibilmente, tutti gli anni, scoprendo colori sempre accesi e diversi.

FIORI

Abbagliano
sbalordiscono
smisurati campi
zeppi di fiori.

Ovunque spargono
nella grande valle
profumi e accesi colori.

Al vento caldo
dei giorni d’estate
leggeri dondolano
come onde infinite
di arcobaleno.

Giochi di luci e ombre
tra sogno e realtà.

Antonella Ariosto

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui