Il linguaggio del colore di Simona Trunzo

140360

Il linguaggio del colore

In linea di massima, abbiamo quasi tutti idea, di cosa siano i colori; ma non è la cognizione intuitiva quella che verrà trattata.

Per noi il colore è energia e, di conseguenza, l’energia è colore.

Quando si ha la possibilità di fermarsi dalla frenesia del quotidiano e dedicarsi alla possibilità di contemplare un dipinto o un paesaggio, di cui la natura ci fa dono, i protagonisti sono proprio i colori, perché sono i primi a far risvegliare in noi emozioni, ricordi, pensieri e stati d’animo.

Quando si vuole suscitare una determinata sensazione ci si avvale del supporto dei colori, dall’ambito della pubblicità, al decoro, alla scelta di un tessuto per un determinato capo d’abbigliamento.

Addentriamoci in punta di piedi nel mondo dei colori e del loro significato, un breve viaggio fantastico nell’espressione e nella personalità che ci accomuna.

Il rosso è il colore che subito associamo all’amore, ma è anche il primo colore che percepiscono i bambini; nel simbolismo questo colore rappresenta la Terra, il calore, l’energia fisica, l’azione ed è da sempre simbolo di regalità e potere.

Nelle fiabe è il colore predominante in più racconti.

Nelle favole il colore è svelato raramente, lasciando libera interpretazione ai lettori.

Nella fiaba di Biancaneve la madre, si augura la nascita di una bambina dalla pelle bianca come la neve, dalle labbra rosse e dai capelli neri.

Ma il rosso diventa un filo conduttore, infatti Biancaneve mangerà la mela rossa offerta dalla strega, ma è anche il colore del mantello della matrigna.

Vincerà il rosso delle labbra, che dopo essere state baciate dal principe, risveglieranno la protagonista dal sonno dell’incantesimo.

Nel caso di Capuccetto Rosso che, ricevuto in dono il cappuccetto di velluto rosso, sin da subito le è piaciuto e l’ha voluto sempre indossare, (da qui il nome), il colore potrebbe simboleggiare il carattere indipendente della bambina che, si avventura nel bosco, incurante delle raccomandazioni della madre; ma lo stesso colore che la caratterizza e distingue, permetterà, poi al cacciatore, di salvare lei e la nonna.

Il colore giallo è associato al sole; si definisce spesso una persona come solare, perché il carattere di questo colore si identifica nella sua azione: comunicativo, socievole, aperto, positivo, estroverso, reattivo, spensierato, dominante; simbolo di energia e conoscenza.

Nelle fiabe è identificato per lo più nei colori dei capelli…

Piccolo Principe:” Ma tu hai dei capelli color dell’oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano che è dorato, mi farà pensare a te”.

Nella mitologia i raggi solari sono generatori di vita.

… C’era una volta una goccia di sole caduta dal cielo. E da quella piccola goccia di sole era nato un magico fiore dorato. Aveva il potere, di guarire i malati e i feriti…

(Rapunzel: L’intreccio della torre).

Raperonzolo sciogli i tuoi capelli lunghi e bellissimi, sottili come oro filato…” 

(Raperonzolo: Grimm 1812).

I capelli giallo dorato, rappresentano nel caso del Piccolo principe, la socievolezza e la positività, mentre per la treccia di Raperonzolo è, oltre socievolezza, forza ed energia.

Il verde è l’ago della bilancia, che seziona la gamma dei colori: quella fredda e quella calda.

Pertanto è di qualità neutra, equilibrante.

È così, il colore della vita e dell’equilibrio.

Il verde è il colore della natura, ma anche di spiriti d’acqua, folletti, fate ed elfi.

Nelle fiabe l’eroe o l’eroina, dopo aver attraversato un bosco tenebroso, è solito ritrovarsi in una radura verdeggiante, che è la soluzione dei suoi problemi, trovando doni magici o una dimora in cui dormire.

Peter Pan è l’eterno fanciullo, che impara a volare e indossa un abito verde, poiché riesce a vedere la realtà con gli occhi di un bambino, semplice e spontaneo, privo della razionalità che contraddistingue gli adulti e questa, è la sua forza, che lo rende unico e fuori dalla norma.

Anche Robin Hood e la sua brigata indossano abiti di colore verde.

Il loro obiettivo è sconfiggere le ingiustizie e raggiungere diritti uguali per tutti: eliminare soprusi e differenze di casta o di ogni altro genere.

Il colore blu rappresenta l’intelletto, la verità, la fedeltà; è il colore della serenità e dell’armonia; lo associamo per lo più al mare e al cielo, che riflette proprio l’infinito e la pace.

In genere nelle fiabe associamo il blu, o celeste, alle figure di fate e maghi.

Il compito delle fate è proteggere, indovinare il futuro e guidare gli esseri umani nella vita.

Nelle fiabe proteggono i bambini alla loro nascita e, se sono figli di Re, possono attribuire loro virtù che li accompagneranno per tutta la vita.

In altri casi, come nella fiaba di Cenerentola, aiutano la protagonista a raggiungere il concepimento dei loro desideri.

Oppure la Fata Turchina che, segue il burattino Pinocchio in tutte le sue avventure e disavventure, quasi come una mamma, che lo salva dai pericoli e nel contempo lo rimprovera quando non segue la retta via.

E ancora, Mago Merlino, in grado di cambiare sembianze e trasformare gli uomini in altre creature: caratteristica spiccata che si evince anche nelle avventure di Semola e Mago Merlino, nella Spada della roccia di Walt Disney, che nel seguire Semola nella sua educazione intellettuale e morale mette in evidenza l’importanza della ragione, nel senso di, oltre a conoscere, saper ragionare: è l’intelletto che permetterà a Merlino di sconfiggere Maga Magoo nella lotta delle menti.

E concludo questo viaggio tra colori e fiabe proprio con questa citazione dalla Spada nella roccia:

Merlino: Vedi giovanotto, questa faccenda dell’amore… è una cosa potentissima!                Artù: Più forte della gravità?                                                                                            Merlino: Beh sì figliuolo, in un certo senso…… io direi che è la forza più grande della Terra”

Simona Trunzo

Clicca qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Il senso di non appartenenza

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here