Eugene Boudin (parte prima)

140549

Per leggere i miei articoli clicca sul link qui sotto:

https://screpmagazine.com/author/bruno-vergani/

EUGENE BOUDIN (parte prima)
(1824-1898)

“Sulla spiaggia, Dieppe”

Olio su legno 31,8 x 29,2

Metropolitan Museum of Art, New York, USA

Annullando la classica tradizione pittorica e spostando il cavalletto dallo studio all’aria aperta, Boudin, prima ancora di Claude Monet, può essere considerato il precursore dell’Impressionismo.

È stata proprio la sua predisposizione verso la natura a permettere la straordinaria rivoluzione operata dagli impressionisti, che ne assimilarono fortemente le innovazioni stilistiche.

Eugène-Louis Boudin nacque a Honfleur il 12 luglio 1824 da una famiglia di bassa condizione sociale.

Nel 1835, a soli undici anni, si trasferì con la famiglia a Le Havre, dove lavorò in una tipografia, affittando poi un negozio di colori e dedicandosi esclusivamente alla pittura.

Imparò molto presto a dipingere, grazie ad una borsa di studio ottenuta per studiare a Parigi.

Dopo 3 anni passati nella capitale, il pittore si avventurò in un lungo viaggio in Francia ed in Italia e in seguito in Belgio e Olanda approfondendo la tecnica pittorica.

Nel 1850 ottenne un’altra borsa di studio che gli permise di studiare a Parigi, sotto la guida del pittore e maestro Constant Troyon.

Tornò a Le Havre nel 1855 specializzandosi nei paesaggi della costa del Nord.

Proprio in quegli anni fece amicizia con Gustave Courbet, Claude Monet.

Nel 1859 Boudin venne ammesso per la prima volta ad esporre al Salon, ottenendo un grande successo e l’ammirazione del poeta e critico Charles Baudelaire.

In seguito alla guerra franco-prussiana nel1870, si trasferì a Bruxelles.

Nel 1874 partecipò alla Mostra al Salon degli Impressionisti a Parigi, di cui fu considerato ormai uno dei padri.

Dal 1881, si trasferì a Deauville, e sulla Costa Azzurra, dipingendo instancabilmente marine.

Boudin apprezzò la natura nei suoi differenti aspetti e dipinse principalmente paesaggi ma, come in questo dipinto, anche la vita quotidiana della gente.

Il suo stile, come dicevo, preparò il terreno per la tecnica impressionista che presto arrivò con Claude Monet nel suo primo capolavoro: “Impressione, levar del sole”.

Morì a Deauville e sepolto a Parigi nel 1898.

“SULLA SPIAGGIA, DIEPPE”

“Sulla spiaggia, Dieppe” è un quadro vivace, dove i protagonisti della scena sono alcuni esponenti dell’alta società parigina, abituali frequentatori della domenica per conversare e rilassarsi.

L’arrivo della folta schiera di villeggianti sulle spiagge, sempre più affollate di fine Ottocento, sembra ispirare l’artista in un tema tra il paesaggio marino e la scena di genere.

La fonte della luce, ritornando al quadro, proviene dalla destra, dove il sole riflette la propria luminosità sulle onde e le spume del mare.

Le molte persone presenti proiettano sulla sabbia vari giochi di ombre scure ma anche giocose.

Boudin ha una grande attenzione per i dettagli, la pennellata morbida e i colori utilizzati sono tantissimi: dal blu, che compone la veste di una donna alla sinistra della scena, al rosso dell’altra donna nel centro, per poi passare al marrone scuro del cagnolino e ad alcune varianti per i vestiti degli uomini.

Osservando il cielo poi, è possibile notare che nella parte inferiore ha un colore molto chiaro, ma mentre si avvicina alla parte alta della tela, la tonalità diventa sempre più scura, dimostrando alla perfezione il variare della luminosità del cielo con l’allontanarsi del sole.

CONCLUDENDO:

Grande ammiratore dei paesaggi di Corot, Boudin è conosciuto soprattutto per aver più volte raffigurato le coste della Normandia.

Lo stesso Corot soprannominò Boudin “Il re dei cieli“, ammirandone la pregevole tecnica cromatica per le sfumature di azzurro che occupavano buona parte dei suoi quadri.

Anni dopo, un’altro grande artista, Claude Monet, confesserà “Se sono diventato pittore lo devo a Eugène Boudin. È a lui che devo l’educazione definitiva del mio occhio“.

Bruno Vergani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here