Diamonds

135047

Clicca sul link se vuoi leggere il mio articolo precedente:

Viviamo per lei

Diamante. Questa parola deriva dal greco “adamas”, tradotto “indomabile”, “invincibile”, “indistruttibile”.

Viene considerata la pietra più preziosa e la più dura di tutte.

Infatti per questo assume un significato simbolico davvero importante legato alla capacità di allontanare i mali proprio grazie alla sua incorruttibilità… anche  se è solo una delle diverse forme che assume in natura il carbonio.

Grazie alle sue proprietà e caratteristiche, nel tempo è stata considerata, in base al suo utilizzo, “preziosa” in gioielleria, “indispensabile” nel settore industriale, una “garanzia” per gli investimenti e ha assunto molti significati diversi in base alle religioni e alle varie leggende legate ad essa.

Il diamante simboleggia valori morali intellettuali, valori come la purezza, l’innocenza, la forza e l’invincibilità.

Conosciuta in Oriente fin dal 3000 a.C., ma grazie alle spedizione di Alessandro Magno fu riconosciuta la sua importanza anche in Occidente.

Ma essi divennero noti soprattutto nel XIX secolo, data che coincise con il progressivo miglioramento del taglio della gemma. Solo nel 1813, grazie ad un esperimento fatto da Humpry Davy, il quale concentrò con una lente i raggi del sole in un diamante grezzo causandone la combustione, fu dimostrata la sua composizione chimica di carbonio.

Il diamante si è formato diversi milioni di anni fa nel mantello della Terra, e solo grazie alle eruzioni vulcaniche sono emersi in superficie per mezzo della kimberlite. La sua erosione e il suo sgretolamento libera diamanti di varie dimensioni, colori e purezze differenti.

Uno dei diamanti più importanti scoperto nei giacimenti di kimberlite fu il Cullinan nel 1905 a Premier.

L’estrazione del diamante può avvenire in due tipi di giacimenti:

  • Primari (i diamanti si trovano nella kimberlite e vengono estratti tramite sgretolamento della stessa);
  • Secondari (i diamanti si trovano in terreni alluvionali, sabbia, ghiaia o fiumi).

Di norma, per estrarre un carato di diamanti è necessario lavorare 5 tonnellate di kimberlite, nei depositi alluvionali invece si deve setacciare 20 tonnellate di sabbia.

È diventata una pietra importante in gioielleria grazie alla capacità di conservare la lucidatura per un lungo periodo di tempo. Solo un diamante può causare un graffio su un altro diamante, ecco perché può essere tranquillamente usato ogni giorno senza alcun problema che si rovini.

Molte furono le credenze sul diamante:

  • gli antichi greci credevano che i diamanti fossero dei frammenti appartenenti a stelle cadute sulla terra;
  • molti si convinsero che fossero le lacrime degli dei;
  • altri sostenevano che il fuoco del diamante riflettesse la fiamma costante dell’amore eterno;
  • i romani credevano che chi fosse in possesso di un diamante fosse automaticamente immune a malattie e non potesse fare brutti sogni;
  • molti popoli considerano il diamante, ancora oggi, un potente talismano;
  • molti sono convinti che accresca l’amore tra due persone rendendolo eterno (forse ricordando la tradizione romana, secondo la quale le frecce di Cupido avevano la punta di diamante.

Ad oggi, i diamanti, sono il simbolo d’amore per eccellenza.

Nel 1477 si ufficializzò la tradizione dell’anello di fidanzamento con diamante, quando l’Arciduca Massimiliano d’Austria donò un anello con diamanti a Maria di Borgogna.

Ma perché le donne indossano l’anello di fidanzamento nell’anulare della mano sinistra?

La spiegazione risale agli Egizi, i quali credevano che la vena amoris (la vena dell’amore) andasse direttamente dal cuore alla punta dell’anulare della mano sinistra.

I diamanti sono i migliori amici di una donna

(Marilyn Monroe)

A voi donne, piacciono i diamanti?

E voi uomini, ne avete regalati mai?

Giulia Trio

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here