Claude Monet (parte ottava)

180816

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Claude Monet (parte settima)

“La gazza”

Olio su tela • cm 89 x 130 •

Parigi, Musée d’Orsay.

Monet torna al tema del paesaggio innevato due anni dopo aver realizzato l’opera “Il calesse, strada coperta di neve a Honfleur“ (nella foto).

In quegli anni Monet si trovava nella regione dell’Alta Normandia nel comune di Etretat per dipingere alcuni paesaggi. Lì, spesso, si ritrovava con altri colleghi come Pissarro, Manet, Renoir e Courbet…

La sua pittura era quasi sempre in “en plein air” e il gusto per la solitudine, insieme all’incredibile resistenza nel sopportare i disagi della natura, portavano Monet a non tradire mai questo principio, nemmeno durante gli inverni più rigidi.

“LA GAZZA”

In “La Gazza” si respira tutto il silenzio di una giornata d’inverno che Monet trasforma in un’indimenticabile poesia visiva.

La scena è molto semplice: una solitaria gazza appollaiata sopra uno steccato.

Il tutto è immerso in una neve soffice e materica, resa magistralmente grazie al sapiente gioco di luci e di ombre che caratterizza il quadro.

Oltre gli alberi sullo sfondo si intravede il tetto di una casa, o forse una fattoria, a sua volta coperta da una spessa neve.

Altri particolari sono il rosso dei comignoli e la perfetta ombra della gazza, accentuata affinché si noti e crei un punto centrale.

Tutto il dipinto sembra fondersi con l’orizzonte, trasmettendo una sensazione e un’atmosfera adatta per meditare e che diventa l’impressione di un momento. Momento che viene sottolineato dalle pennellate rapide e dalla spontaneità che contraddistingue il capolavoro.

Monet inoltre, come sua abitudine, si concentra molto sulla resa della luce che muta con il trascorrere del tempo.

CONCLUDENDO:

“La gazza” di Monet è in parte realizzata “en plein air” per poi essere completata in studio.

Secondo i critici, nessuno, nella storia dell’arte, ha saputo dipingere la neve come Monet.

Bruno Vergani

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here