Bucatini al pesto di fragole e gamberi

222377

Con l’arrivo della primavera torniamo ad assaporare il frutto per eccellenza ossia le fragole.

Molto amato da grandi e piccini, le fragole hanno notevoli proprietà benefiche. Sono antiossidanti, aiutano la stimolazione delle cellule della pelle, fanno bene ai capelli e soprattutto al fegato.

Ricche di vitamina C, di potassio e acido folico, le fragole hanno importanti effetti antitumorali, antianemici, protettivi del sistema immunitario e della memoria (basti pensare che cinque fragole contengono lo stesso contenuto di vitamina C di un’arancia).

Anche in cucina è divenuto un vero e proprio ingrediente principale, tanto che gli Chef più famosi le usano per molteplici primi e secondi piatti e non solo come semplice frutto o dessert.

Grazie all’ormai conosciuto Chef, nonché amico Mauro Poddie, oggi possiamo preparare un primo piatto gustoso e innovativo.

Bucatini con Pesto di Fragole e Gamberi

INGREDIENTI x 2 PERSONE

160 g Bucatini
PER IL PESTO
20 foglie di Basilico fresco
10 g di Pinoli
25 g di Parmigiano grattugiato (io ho usato Pecorino Romano)
1 spicchio di Aglio
4 cucchiai di Olio extravergine di oliva
Sale grosso

PER IL CONDIMENTO

4 grosse fragole mature
4 gamberoni
½ bicchiere di vino bianco
olio d’oliva
succo di limone
sale e pepe

PROCEDIMENTO

Mettere la pentola con abbondante acqua sul fuoco.
Prima di tutto preparare il pesto genovese classico, va precisato che le foglie di basilico devono essere pulite con un panno morbido e asciutto, mai lavare le foglie mi raccomando.

Mettete nel mortaio lo spicchio di aglio sbucciato insieme a un pizzico di sale grosso e iniziate a pestare fino a ridurlo in crema, aggiungete quindi le foglie di basilico, un altro po’ di sale grosso e continuate a pestare ruotando il pestello contro le pareti del mortaio.

Una volta che le foglie di basilico iniziano a buttar fuori un bel colore verde acceso, aggiungete i pinoli e per ultimo il formaggio poco per volta sempre ruotando il pestello del mortaio contro le pareti.

Solo alla fine si aggiunge l’olio extra vergine di oliva di ottima qualità, a filo e sempre ruotando il mortaio fino ad avere la consistenza cremosa ed il colore verde brillante del tradizionale pesto genovese

Tagliare i gamberi a pezzettini piccoli e farlo rosolare con un filo d’olio; salare e pepare leggermente.
Aggiungere il vino bianco e lasciare sfumare.

Tagliare le fragole a pezzettini e bagnarle con il succo di limone; aggiungerle ai gamberi e lasciare cuocere per qualche minuto.

Cuocere la pasta, scolare al dente (circa 3 minuti prima del tempo indicato) e finire la cottura in padella col sugo, aggiungendo acqua di cottura della pasta per rendere il piatto più cremoso, spegnere la fiamma ed inglobare i pesto quindi mantecare la pasta insaporendola ulteriormente ed inglobando ulteriore aria saltandola che incrementerà l’emulsione cremoso.

Farla riposare 2 minuti e servire calda.

Ringraziamo ancora una volta lo Chef romano Mauro per questa nuova ricetta da provare.

Clicca il link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Maria Francesca Mazzara: Soprano per amore e per passione

Clicca il link qui sotto per visitare la mia “pagina autore”:

https://screpmagazine.com/author/antonia-flavio/

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here