André Derain (quarta e ultima parte)

0
151957

Clicca sul link qui sotto per leggere la parte precedente:

André Derain (quarta e ultima parte)

“Henri Matisse”

Olio su tela, cm 39,4 x 28,9.

Londra, Tate Gallery

“Henri Matisse” è il ritratto che Derain fece al collega artista francese.

Tipico dei fauves, i colori caldi e freddi sono accostati in modo molto contrastante, stesi con pennellate larghe, pastose e libere.

Derain in questo dipinto ha usato la maggior quantità possibile di impasto cromatico steso a grosse pennellate ben visibili, per rendere meglio la forza degli accostamenti.

“HENRI MATISSE”

Derain ritrae Matisse frontalmente, con dei colori fortemente in contrasto tra di loro.

Dal lato della bocca pende un lunga e sottile pipa rosso e ocra, mentre gli occhi sono incorniciati dalla sottile montatura degli occhiali.

L’artista indossa un camice da pittore viola-azzurro privo di colletto, aperto sulla scollatura.

I capelli di Matisse sono scuri e corti con intonature verdastre e lasciano scoperta la parte superiore della fronte.

Il profilo del viso è coperto da una barba lunga e folta e ad un paio di baffi che quasi coprono interamente le labbra.

Una piccola porzione di verde dello sfondo, a destra, crea un forte contrasto con il rosso della barba.

Infine, per risaltare la figura, Il fondo è spoglio e privo di arredi.

CONCLUDENDO:

I due amici dipinsero reciprocamente un ritratto dell’altro (vedi foto seguente).

Derain fu ispiratore di molte correnti della pittura moderna e contemporanea.

È stato l’erede dell’Impressionismo, l’iniziatore della pittura Fauve e uno dei padri del Cubismo, nonché il precursore del ritorno al Classicismo.

Bruno Vergani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here