Amori improvvisi: i colpi di fulmine

254476

Chi non ha veduto accendersi in un occhio limpido il fulgore della prima tenerezza non sa la più alta delle felicità umane. Dopo, nessun altro attimo di gioia eguaglierà quell’attimo”.
GABRIELE D’ANNUNZIO

È una cosa risaputa che il mondo, quando ci innamoriamo lo vediamo roseo, e vorremmo che quella sensazione di felicità non finisca mai.

Ma più passano i giorni e più ci domandiamo se il sentimento che siamo vivendo è davvero amore o un colpo di fulmine.

Perché dicono che il colpo di fulmine è un sentimento momentaneo, non è il vero amore quello che può durare tutta la vita.

È vero, esistono diversi tipi di innamoramento, di attrazioni improvvise, o come si suol dire “colpi di fulmine” che proprio non ci aspettavamo.

A chi non è capitato di incontrare un’altra persona e, così per caso, sentirsi attratti senza spiegarsene il motivo?

E’ un colpo di fulmine o l’inizio del vero amore?

L’amore è un sentimento molto complesso ed è fatto di tante sensazioni. La persona che ci interessa ci può attrarre per il suo aspetto fisico, per la sua voce, per come si muove, per il suo profumo, per i sui abbracci e per il gusto che ci ha lasciato con il primo bacio.

Ma cosa ci succede quando ci innamoriamo?

Spesso siamo attratti dal partner perché ci diverte, per la sua voce, perchè quando ci parla e ci guarda iniziamo a sentire le farfalle nello stomaco.

In quel momento ti rendi conto che la comunicazione è viscerale, interna, tanto che non ci sono argomenti razionali per spiegare questa forma di interesse e attrazione.

L’innamoramento all’improvviso è come una scossa elettrica, sì, è una scossa ormonale. Ci sono zone del cervello che si attivano durante l’innamoramento e che rilasciano sostanze chimiche in grado di attivare sensazioni di euforia ed eccitazione.

Quando avviene il colpo di fulmine si attivano dei meccanismi…

“il cuore sembra fermarsi di colpo
per un istante si blocca il respiro
le mani diventano fredde e tremano
mentre ti parla ma non fai caso a quello che ti sta dicendo
sei euforica ed eccitata
non ti accorgi di cosa ti succede attorno
provi un inspiegabile imbarazzo
senti le classiche farfalle nello stomaco”.

Ma “Amare” è molto più complesso e richiede una cura, lealtà, coerenza, affidabilità verso l’altro, premure e tutto questo perché vogliamo che il partner sia felice.
L’amore richiede tempo e va coltivato.

Per cui certamente il colpo di fulmine può arrivare ma è un amore non ancora compiuto, dove il processo di innamoramento è appena iniziato e che può consolidarsi in amore quando il rapporto matura.

Eppure è vero, basta un decimo di secondo per innamorarsi…
L’Amore è una cosa meravigliosa, è assolutamente il sentimento più cantato e decantato nella musica.

E l’amore in tutte le sue sfaccettature è stato davvero raccontato da migliaia di cantanti.
Ne è l’esempio la canzone “Quando nasce un amore“.

Ci sono canzoni che rimangono dentro di noi già ascoltando le prime note.

Molti anni fa Anna Oxa cantò “Quando nasce una amore” al Festival di Sanremo, era il 1988.

La canzone si classificò al settimo posto, peccato, per un testo che a mio avviso è tra i più belli per una canzone d’amore.

Lei la cantò in modo divino ed ecco che è ancora più inspiegabile quel settimo posto. Anna Oxa era all’apice della sua bellezza, avvolta in quell’abito-vestaglia blu. Era splendida. E la sua voce arrivava al cuore.

“Quando nasce un amore
non è mai troppo tardi,
scende come un bagliore
è una stella che guardi,
e di stelle nel cuore
ce ne sono miliardi.
Quando nasce un amore
…un amore.
Ed è come un bambino
che ha bisogno di cure,
devi stargli vicino,
devi dargli calore,
preparargli il cammino, il terreno migliore.
Quando nasce un amore
…un amore.
E’ un’emozione nella gola,
da quando nasce a quando vola,
che cosa c’è di più celeste di un cielo
che ha vinto mille tempeste
che cosa c’è se adesso
sento queste cose per te.
Farò di te la mia estensione.
Farò di te il tempo della ragione.
Farò di più.
Farò tutte le cose che vuoi fare anche tu, sì, tu.
Ti fa bene, ti piace questa voglia di dare,
e ti senti capace, non ti vuoi più fermare
come un fiume alla foce
che si getta nel mare.
Quando nasce un amore
…un amore.
E’ l’universo che si svela,
quante parole in una sera.
Amore mio immenso e puro,
ci penso io a farti avere un futuro.
Amore che sta già chiedendo strada tutta per sé
Farò di te la mia estensione.
Farò di te il tempo della ragione.
Farò di più.
Farò tutte le cose che vuoi fare anche tu.
… quando nasce un amore,
un amore”.

L’amore che nasce va curato e guidato come un bambino.

Anche in poesia si è descritto l’argomento colpo di fulmine, amore a prima vista. Di seguito una delle poesie più conosciute.

Sono entrambi convinti
che un sentimento improvviso li unì.
E’ bella una tale certezza
ma l’incertezza è più bella.
Non conoscendosi prima, credono
che non sia mai successo nulla fra loro.
Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi
dove da tempo potevano incrociarsi?
Vorrei chiedere loro
se non ricordano –
una volta un faccia a faccia
forse in una porta girevole?
uno “scusi” nella ressa?
un “ha sbagliato numero” nella cornetta?
– ma conosco la risposta.
No, non ricordano.
Li stupirebbe molto sapere
che già da parecchio
il caso stava giocando con loro.
Non ancora del tutto pronto
a mutarsi per loro in destino,
li avvicinava, li allontanava,
gli tagliava la strada
e soffocando un risolino
si scansava con un salto.
Vi furono segni, segnali,
che importa se indecifrabili.
Forse tre anni fa
o il martedì scorso
una fogliolina volò via
da una spalla all’altra?
Qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
Chissà, era forse la palla
tra i cespugli dell’infanzia?
Vi furono maniglie e campanelli
in cui anzitempo
un tocco si posava sopra un tocco.
Valigie accostate nel deposito bagagli.
Una notte, forse, lo stesso sogno,
subito confuso al risveglio.
Ogni inizio infatti
è solo un seguito
e il libro degli eventi
è sempre aperto“.

Amore a prima vista di Wislawa Szymborska.

Angela Amendola

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here