Albero festoso

160673

Manca ormai veramente poco al Natale, e da qualche giorno è passato anche l’8 dicembre, la festa della Madonna dell’Immacolata, giorno di festa da passare in famiglia e giorno in cui in tutte le case si da inizio alle decorazioni natalizie.

La più bella? L’albero di Natale.

Ma come nasce la tradizione dell’albero di Natale?

La leggenda narra che, tantissimi anni fa, nella notte della Vigilia, in un bosco innevato Babbo Natale (S. Nicola), incontrò Gesù Bambino, e come sempre si lasciava consigliare sulla distribuzione dei regali.

Gesù si accorse subito che però l’umore di Babbo Natale non fosse lo stesso del solito, così gli domandò: “Cosa ti rende triste quest’anno, mio caro amico?”.

Babbo Natale gli disse: “Sono angosciato perché nel cuore della gente non vedo più la magia del Natale, sia negli adulti che nei bambini, e la mia passione sta pian piano calando”.

Il Bambino Gesù la pensava allo stesso modo e disse: “Hai ragione Babbo Natale, ho notato anche io tutta questa spenta atmosfera. Forse dovremmo trovare qualcosa di nuovo per risvegliare la magia in ognuno di loro”.

Nella foresta tutto era silenzioso e bianco e i loro pensieri si perdevano tra la neve. La luna era chiara e bella luminosa, le varie stelle brillavano e la neve sembrava avesse un colore argenteo, la natura si tingeva di bianco e l’effetto per gli occhi era emozionante.

Su un abete la neve creava delle stupende decorazioni e avevano una forma di ghiaccioli sulle punte dei rami.

I due amici si fermarono ad osservare questo spettacolo e ne rimasero affascinati, tanto da aver trovato una soluzione al loro problema.

Babbo Natale dal suo sacco tirò fuori delle belle mele rosse, le legò a dei nastrini e le passò a Gesù Bambino che le appese ai rami dell’abete facendo attenzione a non far cadere a terra i ghiaccioli sulle punte degli alberi.

Appesero anche delle nocciole, dei dolcetti e delle candele accese.

Finito il lavoro lo guardarono pieni di soddisfazione e fiducia.

Gesù Bambino e Babbo Natale non ebbero più sul loro volto la tristezza, ma tutto si tramutò in estrema gioia.

Segarono l’alberello con molta attenzione e lo portarono al paese mentre tutta la popolazione dormiva.

Si fermarono davanti alla casa più piccola, entrarono e lasciarono un regalo, l’abete addobbato e non solo e senza far rumore uscirono.

Al risveglio, grandi e piccini restarono a bocca aperta per la bella sorpresa. Erano tutti affascinati dall’abete che neanche i più piccoli si concentrarono sui regali. Lo osservarono e intorno ad esso iniziarono a cantare e ballare felici come mai prima d’ora.

La famiglia decise così di invitare amici e parenti ad ammirare tanta bellezza, e fu talmente apprezzato che ogni famiglia decise di andare nel bosco e procurarsi il proprio alberello da decorare.

In breve tempo tutte le case brillarono e da lì iniziò la tradizione dell’albero di Natale.

Giulia Trio

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here