Viaggiatore solitario

200609

QUI SULLA TERRA SCURA

prima di andare tutti in Paradiso

VISIONI D’AMERICA

Tutti che fanno l’autostop

Tutti che viaggiano sulla ferrovia

Tutti che tornano indietro

in America

Attraverso i confini messicani e canadesi…

La visione di me

Cominciamo con la visione di me il colletto tirato su e legato con un fazzoletto per tenerlo stretto e a posto, mentre sto camminando faticosamente tra i desolati, scuri magazzini del sempre amabile porto di San Pedro, le raffinerie di petrolio che odorano nella umida e nebbiosa notte di Natale del 1951 proprio come gomma bruciata e i misteri ravvicinati della Sea Hag Pacific dove, mentre cammino, si può vedere proprio alla mia sinistra la superficie oleosa delle acque della vecchia baia che avanzano fino ad abbracciare i pilastri schiumosi che si ergono sopra le piatte, immobili acque dove ci sono le luci che ululano nella marea che sale oltre alle luci di navi e poppe di imbarcazioni che si muovono avvicinandosi e allontanandosi da questa ultima striscia di terra americana.” Jack Kerouac

Incipit del Viaggiatore solitario di Jack Kerouac opera nella quale l’autore raccoglie gli estratti delle cronache dei suoi viaggi.

Il viaggio

Tema quello del viaggio che rappresenta il leit motiv del grande scrittore americano. 

Tutte le opere di Jack Kerouac (Sulla strada soprattutto)  presentano inoltre un altro tema dominante: la ricerca di qualcosa di importante, come la libertà per esempio, ma anche la ricerca di avventure e di emozioni intense. Il viaggio diventa la scoperta di se stessi e  il continente americano con i suoi vasti spazi soddisfa il bisogno di esplorazione e la libertà necessaria ai protagonisti.

Il viaggio permette anche la fuga dalla città, dalle restrizioni imposte dalla società e dal proprio passato. Un addio a sè stessi.

«Come è strano essere lontani da casa quando la distanza è un intero continente e non sai neanche più dove sia la casa tua e la casa che ti resta è quella che hai in testa»

(da una lettera scritta a Neal Cassady)

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here