Per leggere il mio articolo precedente clissa sul link qui sotto

Truccarsi in estate

Il Mascara

Il termine mascara viene da maschera (oppure dallo spagnolo máscara).

Il moderno mascara è stato inventato nel 1913 da un chimico, T. L. Williams, per sua sorella Mabel.

Questo primo mascara era composto da polvere di carbone e vaselina allo stato gelatinoso.

Le prove furono un successo e Williams iniziò a venderlo via posta.

Fondò la compagnia Maybelline, che diventerà una azienda leader del settore cosmetico.

Il mascara era venduto solo in pani ed era composto di coloranti e cera di carruba.

Per impiegarlo si bagnava uno spazzolino e lo si passava sul panetto di mascara, quindi applicato alle ciglia degli occhi.

La confezione moderna con tubetto e scovolino apparve solo nel 1957, quando fu introdotto da Helena Rubinstein

Il mascara è il cosmetico indispensabile per intensificare lo sguardo.

È il prodotto più utilizzato,poiché dona un effetto immediato.

Il mascara deve essere applicato su tutta la lunghezza delle ciglia, da un angolo all’altro dell’occhio.

Lo scovolino intriso di mascara va passato dalla base delle ciglia fino alla punta, alternando movimenti verticali a piccoli movimenti orizzontali, ma ci sono varie tecniche.

Il mascara applicato sulle ciglia superiori rende l’occhio molto profondo ed espressivo, mentre l’applicazione sulle ciglia inferiori lo rende più largo.

Se si vuole intensificare il colore delle ciglia, dopo aver applicato il mascara nero si possono ripassare le ciglia con il mascara blu.

I rischi maggiori legati all’uso del mascara sono dovuti a ferite alla superficie oculare causate dallo scovolino, ed a possibili reazioni allergiche. 

È bene ricordare che il mascara va applicato dopo gli ombretti.

Con la speranza che anche oggi i miei piccoli consigli vi possono essere utili vi ringrazio e…
“La bellezza sia con voi”

Trandafira Nechita

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui