Una vacanza speciale

200944

“Essere in vacanza dalla vita”.     

Una porta che si apre, un’uscita di sicurezza per respirare una boccata d’aria sana.

È come mettersi da parte e guardare la propria esistenza da un’altra prospettiva.

È la vacanza che hai sempre desiderato e che non avevi mai realizzato per pigrizia, per mancanza di tempo, di coraggio…

Questa volta non devi fare i conti neppure con le tue tasche. È tutto gratuito.

Innanzitutto, non andare in confusione, trattieni il respiro.

Non sprecare il tempo nel fare un inutile inventario della tua vita.

Non ti servono le valigie, perché tutto ciò che ti occorre è dentro di te.

Basterà, infatti, che tu ti metta nelle condizioni di armoniosa condivisione con te stesso, ma prendendo le opportune distanze.

Scoprirai di avere un’isola tutta tua dove ogni cosa è a portata di mente, di cuore, di anima. Il primo passo che farai, sarà quello di guardarti dentro per riportare a galla tanta energia, che non sapevi di possedere e che dovrai scaricare, convogliare verso qualcosa di edificante.

Naturalmente, staccherai la famosa spina.

Prenderai il largo da quella parte di te che ha un contatto esagerato con la realtà.

Da tempo non ne potevi più di vedere quei sorrisi contaminati dalle convenienze, quelle strette di mano di circostanza, quelle mezze intelligenze che credono di avere il mondo sotto i piedi.

Una realtà che si nutre del superfluo e della precarietà. Una realtà che a te sta troppo stretta.

Tu, invece, porterai a spasso il tuo piccolo universo in un mondo libero, il tuo.

Finalmente, solo tu in prima fila.

Seguirai con gli occhi la linea del nuovo orizzonte, mentre il tempo scorre senza alcuna fretta.

Kairòs e Kronos non saranno più un tuo problema.

Ti soffermerai sui ricordi piacevoli e sorriderai, li stringerai quanto basta per sentirli necessari.

Passerai in rassegna quelli meno piacevoli per incontrarli senza pretese, aspettative, lasciandoli nel loro limbo infernale.

Vivrai il passato non con una lente di ingrandimento, ma neppure con indifferenza, disinteresse.

Del passato non ti servirà più né il bene, né il male perché si è già consumato, ha già dato.

Vorrai andare in vacanza dalla tua vita per prenderti cura di te, per fare compagnia ai tuoi pensieri, dialogare a tu per tu con il tuo cuore, imparare a conoscere meglio la tua anima.

Un viaggio unico e necessario perché da tempo “abbiamo conquistato la realtà e perduto il sogno“.

Ecco, essere in vacanza dalla vita significa non perdere di vista il sogno, dargli forma, volto nella nostra fantasia, nei desideri.

Significa che non bisogna rinunciare ai sogni!

E allora sentirai di dover recuperare la capacità di sognare, la possibilità di scegliere di fantasticare, di scoprire il senso della propria realtà lontano dalla folla mediatica, dalle certezze del mondo, facendo sì che a guidarti siano gli innumerevoli volti delle possibilità.

Buona vacanza a tutti!

Piera Messinese

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleLettera ai Giornalisti di S.E. Mons. Francesco Savino
Next articleLa Navicella
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here