“Un cimitero allegro”

148297

“Cimitero allegro”

I cimiteri sono, per noi occidentali, luoghi di lutto e tristezza: qui riposano i defunti, la cui memoria viene solitamente idealizzata, i difetti dimenticati, la causa della morte ignorata.

Sulle lapidi di solito compaiono solo le date di nascita e morte, o tutt’al più l’augurio di riposare in pace.

Esiste però in Romania, in un piccolo villaggio chiamato Săpânţa, dove il cimitero locale è stato soprannominato Cimitirul Vesel, Cimitero Allegro, o Cimitero che ride…

È conosciuto in tutto il mondo e guardando le foto è facile intuire il perché.

In questo posto le persone che non ci sono più vengono celebrate attraverso dipinti stilizzati, raffigurazioni ironiche e poesie felici.

La principale attrattiva del cimitero è data dalla sua originalità: le tombe sono dipinte con scene di vita (a volte anche icone ironiche) della persona che vi è sepolta, accompagnate da una poesia umoristica che descrive il defunto.

Questo cimitero è diverso perché i rumeni considerano la morte un momento molto solenne.

Il cimitero è associato alla cultura degli antichi Daci, la cui filosofia si basa sull’immortalità e che considerano la morte un momento di gioia perché il defunto approda ad una vita migliore.

Tutto è cominciato nel 1934, quando un artista locale, lo scultore Stan Ioan Patraș, fece una decorazione per la sua futura sepoltura in legno di castagno, dal 1960 in poi più di 800 tombe sono state decorate.

Oggi è un museo molto visitato
Se vuoi visitare un posto insolito ma molto bello e pieno di significato è il posto ideale.

Trandafira Nechita

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here