Tom Hanks: buon compleanno Forrest!

155550

Inutile dire che per tutti sarà sempre Forrest Gump ma Tom Hanks, oggi 65 anni, ha regalato alcune delle interpretazioni migliori che la storia del Cinema ricordi.

Molta strada ha percorso dagli esordi in teatro e poi in televisione sul finire dei lontani anni ’70. L’attore, prima di diventare la star che tutto il mondo acclama, ha studiato recitazione teatrale a Sacramento, California.

Il passo verso il grande schermo è breve e nel 1984 prende parte a Splash di Ron Howard.

Da quel momento la sua carriera decollerà.

Tom Hanks è sicuramente  uno degli attori hollywoodiani più apprezzati e amati dal pubblico.

Ě uno degli attori più capaci e poliedrici che offre il panorama cinematografico contemporaneo.

L’attore ha sempre proposto un’immagine di sé umile, lontana dal mito del divo inarrivabile. Si è sempre mostrato aperto a mettersi in gioco, senza prendersi sul serio.

In questo risiede  l’immenso successo raggiunto nel corso della carriera.

I film cui ha preso parte sono stati un grandissimo successo di pubblico. Ha recitato in produzioni memorabili della storia del cinema. Ha lavorato con i registi più importanti.

Ecco i ruoli più importanti, dagli esordi agli ultimi anni

1)  Big – 1988 – Penny Marshall

Big è il primo grande successo di Tom Hanks, un film di culto degli anni ’80. Dalla storia di adolescenti alla magia, dai videogiochi a spietati uomini d’affari c’è davvero tutto di quegli anni.

La storia è quella di Josh Baskin (Hanks) che, deluso dalla sua vita da ragazzino, desidera di diventare grande davanti ad una misteriosa macchina dei desideri ad un luna park. Il mattino dopo, però, il desiderio si realizzerà per davvero e Josh sarà costretto a scappare ed a cercare nuovamente la strana macchina per tornare alla normalità.

Il film è diventato subito un cult amato da varie generazioni, ed è il classico film per famiglie di quegli anni. Parte del suo successo si deve sicuramente all’interpretazione di Hanks, che guadagna la sua prima candidatura all’Oscar.

2) Andy Beckett – Philadelphia – 1993 – Jonathan Demme

In Philadelphia Tom Hanks interpreta Andrew Beckett, un ambizioso avvocato di Philadelphia assunto in un importante studio della città. Il fatto che egli sia omosessuale è tenuto nascosto ai colleghi.

Ma nel momento in cui contrae il virus dell’HIV e diviene un malato di AIDS, lo studio non può accettare una simile condizione. La sua carriera, come la sua vita, è stroncata. Ma l’ingiustizia del licenziamento lo spinge a intentare un processo contro i suoi ex-datori di lavoro. L’avvocato che lo sosterrà è Joe Miller (Denzel Washington), difensore dei deboli e degli oppressi della città.

Il film mette in mostra un’America che non riesce ad accettare le minoranze e le diversità.  Hanks entra perfettamente nei panni di un uomo che ha perso tutto. L’interpretazione è estremamente realistica, sebbene non manchino momenti ricchi di pathos.

La  sofferenza fisica e psicologica è perfettamente espressa da un Tom Hanks meritato premio Oscar.

3) Forrest – Forrest Gump – 1994 – Robert Zemeckis

Corri Forrest corri…

Nel film simbolo dell’attore Tom Hanks interpreta il ruolo più importante che lo consacrerà nell’olimpo di Hollywood.

La trama  ripercorre la vita di Forrest Gump, un ragazzo fuori dal comune nel suo percorso di crescita e maturazione. L’esperienza dell’amore, della cattiveria umana e della sua più grande vocazione, la ricerca dell’amore, nella leggerezza accompagna il viaggio del protagonista.

La parabola della sua vita dimostra di potersela cavare anche quando il destino appare avverso.

Tom Hanks si cala completamente nella parte, tanto da immedesimarsi nel personaggio.

Grazie a questa componente e all’ottima regia di Robert Zemeckis, che unisce finzione e realtà,  non si avverte retorica. Hanks è stato insignito con l’Oscar per la sua performance e il film è diventato un  cult, impresso nella memoria di ogni cinefilo che si rispetti.

4) Paul Edgecombe – Il miglio verde – 1999 – Frank Darabont

L’opera è stata accolta con entusiasmo dal pubblico ed è un grandissimo cult degli anni ’90. La regia è di Frank Darabont che torna, dopo Le ali della libertà, a trasformare in film un romanzo di Stephen King.

È il 1935 e nella prigione di Cold Mountain il miglio che separa i detenuti nel braccio della morte dalla sedia elettrica è proprio di colore verde cedro. Molti anni dopo l’anziano Paul Edgecombe (Tom Hanks) ricorda l’incontro che in quell’anno cambiò la sua vita.

Conobbe infatti John Coffey (Michael Clarke Duncan), un detenuto molto particolare. Incarcerato per lo stupro e l’omicidio di due gemelline, Coffey appare agli occhi di Paul come una vittima degli eventi. Infatti, la sensibilità e la bontà mostrate dal galeotto non appaiono compatibili con l’efferato crimine. Inoltre, Coffey è dotato del potere di assorbire i mali delle persone guarendole magicamente.

6) Chuck Noland – Cast away – 2000 – Robert Zemeckis

Un altro film estremamente noto con un grande Tom Hanks. Alla regia di nuovo Robert Zemeckis, che mostra una grande sinergia con l’attore californiano.

Il film racconta la storia di Chuck, dirigente della FedEx negli Stati Uniti. Per un viaggio di lavoro, si trova in Malaysia, ma al ritorno il suo aereo precipita nel Pacifico lasciandolo come unico superstite. Atterrato su un’isola deserta, cerca in tutti i modi di sopravvivere. Una grande forza gli è fornita dalla compagnia dell’iconico Wilson, una palla che funge da amico immaginario.

Quando a bordo della sua zattera prova a navigare verso la salvezza, ecco la sorte che gli apre le braccia. Una nave cargo lo raccoglie riportandolo negli Stati Uniti. Al ritorno a casa il mondo e il suo modo di guardarlo non saranno più gli stessi.

7) Carl Hanratty – Prova a prendermi – 2002 – Steven Spielberg

Il film di Steven Spielberg campione d’incassi del 2002 rappresenta il ritorno del grande autore nonché la fantastica prova di un insieme di attori indimenticabile. Insieme a Hanks spiccano un giovane Di Caprio e un eccezionale Christopher Walken. Il plot è costituito dall’infinita rincorsa, “tra gatto e topo”, di Carl (Tom Hanks) e Frank Abagnale jr. (Leonardo Di Caprio). Il secondo è infatti un ricercato truffatore perennemente in fuga celando la propria identità. Tra i due nascerà una strana amicizia, legata alla figura paterna che Carl rappresenta per Frank.

Hanks regala una delle Sue  migliori prove.

8)  Chesley “Sully” Sulenberger – Sully – 2016 – Clint Eastwood

Il titolo rappresenta la conferma, se ce ne fosse bisogno, di un grande autore, che nonostante l’età, riesce a realizzare ancora film indimenticabili. Clint Eastwood mette in scena questa storia vera.

Il protagonista è il capitano Sullenberger, il quale durante un volo di linea è costretto a praticare un atterraggio d’emergenza. L’unico modo per salvare tutti i passeggeri è un ammaraggio sul fiume Hudson. “Sully” è acclamato come eroe, ma la gloria dura poco. Le sue decisioni vengono messe in discussione dalla compagnia aerea. Inizia così una battaglia per affermare la validità del fattore umano nelle scelte d’emergenza.

Hanks si trova per la prima volta a lavorare col maestro Eastwood e l’incontro risulta vincente. I due artisti cooperano contribuendo col proprio talento nella creazione di un’opera d’arte.

Messo in discussione e non lodato per il salvataggio, Sully vive un forte tormento interiore.

Chiudiamo con un film meno autoriale ma sicuramente indimenticabile:

9) C’è posta per te di Nora Efron (1998)

La coppia formata da Hanks con Meg Ryan fa sognare già in Insonnia d’amore, romantica favola di grande successo.

Nel nuovo capitolo con la Ryan Hsnks interpreta un ricco uomo d’affari colpevole di aver aperto una rete di grandi librerie decretando la chiusura della piccola attività di una ragazza di New York. Tra incomprensioni e identità celate nasce l’amore a distanza. Quando le mail avevano ancora senso nelle relazioni sentimentali…

Notizie dal mondo: Tom Hanks in un Western moderno

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here