Sotto il sole di Riccione: su Netflix la commedia dei You Nuts

119696

Da Sapore di mare del 1983 ne è passata di acqua sotto i ponti.

I fratelli Vanzina avevano lanciato nelle sale questa commedia estiva tutta sole e vacanze con la colonna sonora delle più belle hit degli anni 60. Virna Lisi, Jerry Calà, Isabella Ferrari, Marina Suma e Christian De Sica avevano saputo raccontare in modo non pretenzioso le estati della Versilia, tra rotonde sul mare, giochi sulla spiaggia, equivoci e amori fugaci.

Il film fu un grande  successo, con un seguito meno riuscito, e aprì la strada alle commedie vacanziere seguenti.

Sullo stesso genere Netflix rilancia e ripropone una sorta di revival di quel modo di fare cinema. Un cast tutto nostrano, con volti noti e meno noti, storie d’amore e amicizia, spiagge, musica di attualità e l’aggiunta dell’immancabile tecnologia smartphone.

Sotto il sole di Riccione:  trama 

È Sotto il sole di Riccione, teen movie ( ma non solo), diretto dai You Nuts,( esperti di video clip,) dal primo luglio direttamente in streaming  sulla piattaforma, con un consenso più che discreto da parte del pubblico più giovane.

Con la sceneggiatura di Enzo Vanzina e produzione di Andrea Occhipinti, il film vede nel cast un nutrito gruppo di interpreti: da Cristiano Caccamo a Isabella Ferrari e Luca Ward, da Andrea Roncato a Giulia Schiavo, Lorenzo ZurzoloLudovica Martino.

Cast

Molti giovani provengono da alcuni dei serial italiani di maggior successo oggi ( la Martino da Skam e Zurzolo da Baby), mentre altri fra gli over hanno deciso di rituffarsi nel loro stesso passato cinematografico ( la Ferrari da Sapore di mare).

Il film  narra delle vacanze a Riccione di un gruppo di ragazzi e delle loro famiglie. Si incrociano desideri, paure, grandi delusioni e aspettative. Ognuno vive le proprie battaglie personali con conclusioni spesso inaspettate e un finale aperto se vogliamo. Altra estate altri amori?

Nella colonna sonora risalta la partecipazione di Tommaso Paradiso, ex leader dei Thegiornalisti, al cui video della sua canzone  si ispira un po’ tutto il film.

La pellicola strizza l’occhio ai classici film estivi italiani senza infamia e senza lode, pecca di alcune ovvietà e di mancanza di originalità, ma è sicuramente un’occasione di puro svago. In più un pizzico di nostalgia per un certo tipo di cinema estivo italiano ormai quasi completamente scomparso.

Sandra Orlando

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here