Premio Muricello 2021 ad Anton Giulio Grande

150708
Si è svolta con grande successo la nona edizione del premio Muricello 2021 a San Mango d’Aquino, che ospita la Calabria forte, resistente e talentuosa.
Tre gli illustri premiati che hanno raccontato durante un talk sapientemente e brillantemente condotto dal giornalista Ugo Floro e dal direttore artistico Antonio Chieffallo, una Calabria tenace, testarda, coraggiosa, talentuosa e avanguardista.
I tre premiati sono stati Vincenzo Chindamo, fratello di Maria, vittima di lupara bianca,lo scrittore Gioacchino Criaco e lo stilista Anton Giulio Grande che con la sua arte e il suo talento ha conquistato le passerelle di tutto il mondo senza mai dimenticare le sue origini calabresi, anzi…
Grande ha raccontato il suo percorso spiegando di esser andato contro tutti e tutto prima di arrivare alla popolarità internazionale e ammattendo che le gratificazioni ricevute nella sua terra hanno un valore aggiunto .
Grande soddisfazione da parte del sindaco Luca Marrelli.

Clicca sul link qui sotto per leggere il mio articolo precedente:

Previous articleBinario
Next articleUmberto Boccioni (parte ottava)
Sono Maria Luana Ferraro, consulente aziendale e mi occupo anche di finanza personale. I calcoli sono il mio lavoro, le parole la mia passione. Fin da bambina, anziché bambole e pentoline, chiedevo libri, quaderni e penne. A sei anni ho ricevuto la mia prima macchina da scrivere. Appassionata di letteratura italiana e straniera, il mio più grande sogno è sempre stato diventare giornalista. Sogno che, piano, si sta realizzando. Socia fondatrice della “Associazione Accademia & Eventi”, da agosto 2018 collaboro con “SCREPMagazine” curando varie rubriche ed organizzando eventi. Fare questo mi permette di dare risalto a curiosità e particolarità che spesso sfuggono. Naturalmente, in piena coerenza con ciò che è il mio modo di interpretare la vita…eccolo: “Quando la mente è libera di spaziare, i confini fisici divengono limiti sottili, impercepibili. Siamo carcerieri e carcerati di noi stessi. Noi abbiamo le chiavi delle nostre manette. La chiave è la conoscenza: più conosci, più la mente è libera da preconcetti e ottusità. Più la mente è aperta, più si ha forza e coraggio così come sicurezza. Forza, coraggio e sicurezza ti spingono a tentare l’impossibile affinché divenga possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here