Oscar 2024: i vincitori

254004

Al Dolby Theatre di Los Angeles è andata in scena la 96esima edizione degli Oscar, condotta per la quarta volta dal popolare comico e presentatore Jimmy Kimmel.

Come ogni anno l’Academy ha premiato 23 categorie.

Niente da fare per «Io capitano» di Matteo Garrone: l’Oscar per il miglior film internazionale va a «La zona di interesse», la terrificante pellicola sull’Olocausto di Jonathan Glazer.

«Oppenheimer» di Cristopher Nolan, il super favorito della vigila porta a casa un bottino di 7 statuette su 13 nomination. L’epopea che racconta dell’inventore della boma atomica guadagna 7 statuette compresa quella per Cillian Murphy miglior attore e per Nolan come regista. Christopher Nolan, dopo Interstellar, Memento e molti altri grandi film conquista finalmente il meritato premio per la sua geniale regia.

La miglior attrice è Emma Stone per Poor Things di Yorgos Lanthimos.

L’attrice guadagna il suo meritato Oscar dopo averlo già ottenuto per La Land di Damien Chazelle con Ryan Gosling.

Ecco tutti i vincitori e le vincitrici in ordine di assegnazione, secondo la scaletta della serata.

Miglior attrice non protagonista: vince Da’Vine Joy Randolph per il film «The Holdovers – Lezioni di vita». L’attrice riceve il premio tra le lacrime.

Miglior cortometraggio d’animazione: vince «War Is Over! Inspired by the Music of John & Yoko» per la regia di Dave Mullins. Presente il figlio di John Lennon.

Miglior film d’animazione: vince «Il ragazzo e l’airone» regia di Hayao Miyazaki che non è presente alla cerimonia.

Miglior sceneggiatura originale: vince «Anatomia di una caduta» di Justine Triet e Arthur Harari.

Miglior sceneggiatura non originale: vince «American Fiction».

Miglior trucco e acconciature: vince «Povere creature!». I premiati sono Nadia Stacey, Mark Coulier e Josh Weston.

Miglior scenografia: vincono James Price, Shona Heath e Zsuzsa Mihalek per il film «Povere creature!».

Migliori costumi: vince «Povere creature!», la costumista è Holly Waddington, alla sua prima nomination.

Miglior film internazionale: vince «La zona d’interesse», film del Regno Unito per la regia di Jonathan Glazer.

Miglior attore non protagonista: vince Robert Downey Jr. per il film «Oppenheimer». L’attore conquista la statuetta alla sua terza nomination.

Migliori effetti speciali: vince «Godzilla Minus One». I premiati sono Takashi Yamazaki, Kiyoko Shibuya, Masaki Takahashi e Tatsuji Nojima .

Miglior montaggio: vince «Oppenheimer».

Miglior cortometraggio documentario: vince «The Last Repair Shop» regia di Kris Bowers e Ben Proudfoot.

Miglior documentario: vince «20 Days in Mariupol» regia di di Mstyslav Chernov con Michelle Mizner e Raney Aronson-Rath. Il documentario racconta i primi giorni dell’invasione russa in Ucraina e l’assedio e la distruzione della città di Mariupol due anni fa. «Questo è il primo Oscar per la storia dell’Ucraina e io sono onorato», dice il regista.

Miglior direttore della fotografia: vince Hoyte van Hoytema per il film «Oppenheimer». van Hoytema collabora da anni con il regista Christopher Nolan.

Miglior cortometraggio: vince «La migliore storia di Henry Sugar», regia di Wes Anderson che non è in sala per ritirare il premio.

Miglior sonoro: vince «La zona d’interesse». I premiati sono Tarn Willers e Johnnie Burn.

Miglior colonna sonora originale: vince Ludwig Göransson per il film «Oppenheimer». Göransson racconta che il regista Nolan ha voluto il violino nella colonna sonora e così sua moglie violinista ha suonato per il pellicola.

Miglior canzone originale: vince «What Was I Made For? – Barbie» di Billie Eilish e di suo fratello Finneas O’Connell. È la seconda statuetta per la cantautrice statunitense (nel 2022 aveva vinto con «No Time To Die»).

Miglior attore protagonista: vince Cillian Murphy per il film «Oppenheimer». .

Miglior regia: vince Christopher Nolan alla sua ottava nomination per il film «Oppenheimer». Una vittoria annunciata.

Miglior attrice protagonista: vince Emma Stone per «Povere creature!». È il secondo Oscar per l’attrice che ha già portato a casa la statuetta nel 2017 per «La La Land».

Miglior film: vince «Oppenheimer» di Christopher Nolan,il superfavorito degli Academy.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here