“Odio il Natale 2” la seconda stagione della serie con Pilar Fogliati

251646

Dopo il grande successo di Odio il Natale, il serial firmato Netflix , Pilar Fogliati torna a divertirci e a portarci il buon umore con la nuova seconda stagione .

Odio il Natale un fresco serial natalizio

Ma dove avevamo lasciato l’imprevedibile Gianna alla fine della prima stagione? La vigilia di Natale a casa dei suoi genitori per cena. Gianna, dopo una lunga ricerca di un fidanzato da portare in famiglia, si ritrova coronato il sogno di sfuggire alla singletudine e , finalmente non più sola, inizia un nuovo anno pieno di buoni propositi.

Il tempo passa ma la nostra Gianna non cambierà affatto. Di nuovo insoddisfatta, questa volta per aver perso la sensazione e l’ebbrezza dell’avventura , si ritrova punto e capo a rincorrere l’amore . Nel frattempo fa amicizia col nuovo vicino di casa Filippo (Pier Paolo Spollon) e la figlia adolescente, rincontra il suo ex ragazzo-avventura (Nicolas Maupas) cerca di recuperare il rapporto con l’ex fidanzato, si dà da fare con amore con i suoi pazienti e sostiene genitori, sorella e amica  dai loro problemi di cuore.

Avevamo già compreso dalla prima stagione come Odio il Natale fosse una ventata di aria fresca nel panorama televisivo italiano. Niente storie di criminalità, niente drammi sentimentali o ispettori vari : la serie Netflix con Pilar Fogliati racconta la semplicità della vita di tutti i giorni di una ragazza ‘normale’, dotata di un grande sarcasmo alla Fleabag. I temi del serial sono la famiglia, l’amicizia, la solidarietà umana e soprattutto l’amore .

E’ proprio l’amore ciò che continua a dominare le storie di Odio il Natale 2, e, che sia quello tra amiche o sorelle, tra genitori e figlio, tra infermiera e paziente, è sempre l’Amore a risolvere ogni conflitto e a far chiarezza nel cuore di ognuno.

Dialoghi intelligenti , interpreti convincenti e un buon ritmo registico contribuiscono poi a dare un effetto quasi ‘internazionale ad una serie italianissima nello spirito e che , si spera, continuerà ad emozionarci con candore in altre nuove stagioni.

Previous articleLa fantasia è un muscolo
Next articleSPECIALE LA RIMPATRIATA
Sono Sandra Orlando, mamma di Anna e Andrea, laureata in Lingue e insegnante. Faccio parte dell'Associazione Accademia e collaboro come Editor a SCREPmagazine. Dal 2020 Sono redattrice ed Editor nella redazione della rivista di Cinema Taxidrivers per cui ho ricoperto il ruolo di Programmatrice e Head of editorial Contents . Amo la letteratura, il cinema, la musica ed in genere tutto ciò che di artistico “sa dirmi qualcosa”. Mi incuriosisce l'estro dell'inconsueto e il sorriso genuino dell'umiltà intelligente.  Scrivere fa parte di me. 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here