Non chiedermi di restare con le mani in mano.
Non devo aspettare niente e nessuno.
Non chiedermi di parlare piano.
Non posso farlo.
La mia voce non ce la fa piú a vivere in questo limbo di suoni senza vita.

Non posso stare ferma e neppure girarmi e rigirarmi solo su me stessa per trovare in questa strana mobilità un segno del tuo passaggio.
Non posso aspettare che ogni cosa si sciolga nel suo ineluttabile destino.

Voglio scrollarmi di dosso questo odioso tergiversare, questo rimurginare tra i se e i ma… senza mai realizzare nella mia coscienza una frase conclusiva.

Devo uscire fuori da un confine che mi sta troppo stretto.
Non voglio cercarti solo tra le pieghe della mia mente senza alcun pudore.

Voglio respirarti a pieni polmoni, strillare a squarciagola il tuo nome: un lungo richiamo fino a che anche l’ultimo dei miei pensieri si senta in dovere di correrti incontro e di riportarti a me.

Piera Messinese

Si ringrazia Graziella Ciliberto per il dipinto.

Articolo precedenteStiamo giocando con la natura?
Articolo successivo“Vento d’amore” di Pino Gaudino
Piera Messinese
Sono nata il 13 Novembre del 1966 a Lamezia Terme, in Calabria, ove risiedo. Sono sposata ed ho una figlia. Se dovessi scegliere un attributo che possa caratterizzarmi, questo sarebbe “eclettica”. Sono “governata da uno spirito fortemente versatile” che mi dà energia, per cui mi sento letteralmente assetata di nuovi stimoli. Sono innamorata della scrittura da sempre e la mia formazione classica ha contribuito a mantenere vivo in me tale sentimento. Grazie alla passione per i classici latini e greci in primis ed in seguito agli studi universitari in Medicina e Chirurgia, ho potuto rendere creativa la mia elasticità mentale. Ma “illo tempore fu il Sommo” a rubarmi il cuore e così “Galeotta fu la Divina". Amo, quindi, leggere e scrivere e ritengo che ciò sia fondamentale per la crescita di ogni individuo. Flaubert diceva: _”Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi o, come fanno gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.”… Sono Socia Fondatrice di “Accademia Edizioni ed Eventi”, Associazione culturale con sede a Roma che si occupa di cultura e di promuovere il talento. Scrivo su SCREPmagazine, rivista dell'Associazione, su cui curo varie rubriche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui