MI HAI MAI AMATA?

Ho un lembo di terra,
non l’ho coltivato.
Ti ho atteso con speme …
Non sei mai arrivato.

Avrei sparso
gaudenti semi per il mio
campo funestato da squallore,
l’avrei fatto in tua presenza,
avrei agito con amore.

Com’è misera l’esistenza
quando non sai proferire il vero,
quando l’alma si inchina al desiderio
ma il coraggio non tange le parole.

Sono una monaca senza velo
che anela Dio e che non ha risposte,
detengo solo le mie scelte imposte,
imposte da me, che a stento respiro.

Sei il mio impeto paradossale ,
resti immobile, indifferente,
afono ed esanime
al cospetto del niente,
imbevuto e sgualcito nelle mie debolezze.

Due fanciulli
stanno appena
assaporando il primo bacio
per la strada…

E tu, mi hai mai amata?

Nella giornata contro la violenza sulle donne, credo che non necessariamente si debba improntare il tema sul maltrattamento di tipo fisico.

L’inconstanza di un amore e le vessazioni psicologiche sanno generare, a volte, un dolore acerrimo e sottile.

Che la società tutta, prima o poi, si degni di mutare determinati aspetti della sua natura brutale…

Articolo precedenteLa piccola Genie
Articolo successivoIl caso di Elisa Claps
Maria Cristina Adragna
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui