“Il valore della filosofia” di Martina Costanzo Liguori

155767
È opinione di molti che la filosofia sia una disciplina inutile.

Questo perché è pensiero comune che i filosofi sappiano solo “filosofare” sempre sugli stessi argomenti, arrivando sempre a medesime conclusioni, in qualunque epoca o contesto ci troviamo.
Ed effettivamente questo potrebbe corrispondere alla realtà se non fosse invece che diversi grandi filosofi hanno contribuito sostanzialmente alla realizzazione della società moderna.
Si pensa che lo studio della filosofia contribuisca soltanto alla realizzazione di effimeri complessi, che si insinuano nella mente delle persone come un tarlo si nutre del legno, logorando quindi il nostro intelletto.
Ma è possibile che le persone abbiano semplicemente paura di farsi domande, paura delle risposte che potrebbero ottenere e soprattutto paura di mettere in discussione le loro certezze.
Perché indagare sull’origine di ciò che ci circonda e sulla nostra stessa natura potrebbe comportare una rielaborazione dei dati che si hanno a disposizione; e confutare ciò che si credeva sicuro potrebbe creare un senso di smarrimento.
Ma il fulcro del discorso risiede nel perché di queste domande.
Perché l’uomo è nato per cercare risposte e la filosofia si propone esattamente questo obiettivo: è solo lavorano all’unisono che si può arrivare alla verità per poi elaborarla a nostro vantaggio.
Conoscere la filosofia porta ad un notevole miglioramento della nostra condotta di vita, infatti lo studio di essa implica necessariamente una introspezione di sé stessi e una profonda riflessione di ciò che ci circonda.
Quindi di conseguenza scopriamo e apprendiamo i primordiali meccanismi che si pongono alla base delle cose ma anche delle persone stesse.
Immaginiamo la filosofia come un microscopio: grazie all’utilizzo di questo strumento riusciamo a osservare e a comprendere elementi e meccanismi della natura che ad occhio nudo ci sarebbero altrimenti impercettibili.
Quindi è così che lavora la filosofia sul nostro intelletto e grazie ad essa diventiamo capaci di vedere oltre quel limite invisibile e di scoprire come realmente funzionano il mondo e la natura che ci circonda.
E anche qualora non si dovesse mai provare il desiderio ostinato di cercare risposte (come fanno i filosofi), prima o poi tutti finiremmo per sentirci “impoveriti” e avremmo bisogno di un dialogo con noi stessi: insomma finiremmo sempre e comunque per “filosofare”.
Inoltre, lo studio di questa meravigliosa disciplina, permette di ampliare il nostro sapere e di essere capaci di decidere per noi stessi e per gli altri.
La filosofia aiuta l’intelletto ad arrivare dove da solo non potrebbe mai arrivare.
Ed ecco perché la filosofia è presente nella nostra vita di tutti i giorni molto più di quello che noi abbiamo mai potuto credere o pensare.

Martina Costanzo Liguori

NB

Contenuti e immagini sono state fornite dall’Autrice con espressa autorizzazione alla loro pubblicazione.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here