“Il ponte” di Maria Cristina Adragna

140946

IL PONTE

Consegnami al tuo cuore,
come se fossi
un regalo inatteso,
io che non ho mai preteso
di addentrarmi a tua insaputa.

L’incoscienza l’ho perduta
arginando bramosie,
eludendo fantasie
che il buon senso disconosce.

Le mie traversate inconsce
per i mari del pensiero,
ricercando il tuo veliero
naufragato chissà dove.

Sono anni che qui piove
sul bagnato, dammi tregua!
Il mio mondo si dilegua
mentre osteggia esondazioni.

Ho evitato involuzioni
pretendendo indipendenza,
preservando la coscienza
dalle insulse anomalie.

Ho ceduto alle alchimie
dei tuoi baci sulla fronte,
hai edificato un ponte
sulla scia del mio destino…

“Compagna di scuola” di Maria Cristina Adragna

Previous articleIl mistero di Villa Fortuna (Parte 32)
Next articleLa parmigiana di patate
Siciliana, nasco a Palermo e risiedo ad Alcamo. Nel 2002 conseguo la Maturità Classica e nel 2007 mi laureo in Psicologia presso l'Università di Palermo. Lavoro per diverso tempo presso centri per minori a rischio in qualità di componente dell'equipe psicopedagogica e sperimento l'insegnamento presso istituti di formazione per operatori di comunità. Da sempre mi dedico alla scrittura, imprescindibile esigenza di tutta una vita. Nel 2018 pubblico la mia prima raccolta di liriche dal titolo "Aliti inversi" e nel 2019 offro un contributo all'interno del volume "Donna sacra di Sicilia", con una poesia dal titolo "La Baronessa di Carini" e un articolo, scritti interamente in lingua siciliana. Amo anche la recitazione. Mi piace definire la poesia come "summa imprescindibile ed inscindibile di vissuti significativi e di emozioni graffianti, scaturente da un processo di attenta ricerca e di introspezione". Sono Socia di Accademia Edizioni ed Eventi e Blogger di SCREPmagazine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here