Il Crocifisso miracoloso

114390

Verso la fine di Marzo, in pieno periodo di pandemia da coronavirus, le immagini del Papa che passeggia a piedi per Via del Corso a Roma, per raggiungere la chiesa di San Marcello e pregare ai piedi del Crocifisso miracoloso, diventano virali.

Poco dopo sarà data notizia che il Santo Padre il 27 marzo alle ore 18, durante la Preghiera, impartirà la benedizione e l’indulgenza plenaria a tutto il Mondo.

Scorrono, ancora emozionanti, le immagini del Papa mentre solo, nella grande Piazza di San Pietro, sotto una fredda e battente pioggia, prega accoratamente ai piedi del Santo Crocifisso di San Marcello, che ha voluto in Piazza con lui.

La storia di questo Crocifisso risale all’incirca al 1519, quando un incendio distrusse la Chiesa di San Marcello.

L’intero edificio era andato a fuoco ma, tra le macerie, fu ritrovata integra la statua lignea del Crocifisso dell’altare maggiore, con ai piedi ancora la lampada ad olio accesa.

Tre anni dopo il terribile incendio, Roma fu colpita da una terribile e violenta Peste.

Il popolo chiede alle autorità il permesso di portare in processione il Crocifisso.
Finalmente dopo tante suppliche, ebbero tale permesso.

Il Crocifisso miracoloso restò nelle vie della Città più di 16 giorni e quando dalla Basilica di San Pietro ritornò alla Chiesa di San Marcello, la peste era sconfitta.

Nel giubileo del 2000, Papa Giovanni Paolo ll°, nella giornata del Perdono, abbraccio forte la Sacra Statua.

Il 27 marzo 2020 rimarrà una data storica non solo per i credenti ma per l’intera popolazione mondiale che attraverso le televisioni, ha potuto assistito alla Preghiera del Papa, visibilmente affranto e commosso mentre bacia il Crocifisso miracoloso sui piedi.

Immagini toccanti e indimenticabili.

PREGHIERA

Quando il mondo impaurito
giudica
e crede sembra impossibile.
La fatica immane
del tempo
che nella solitudine
dona sconforti inconsolabili.
Una preghiera per tutto il mondo
da una Piazza vuota
eppure piena di anime
credenti e non credenti
a sorreggere il Papa
visibilmente provato.
Non abbiamo risposte
e il dolore ci strazia,
eppure questa immagine
è riuscita a penetrare
nelle nostre anime
piegate dalla sofferenze.

Padre nostro
un’unica invocazione.

Antonella Ariosto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here